Jefferies aumenta il target price di Nvidia

La decisione è stata presa dopo l’annuncio dell’accordo per l’acquisizione di Arm

Jefferies aumenta il target price di Nvidia
2' di lettura

NVIDIA Corporation (NASDAQ:NVDA) ha annunciato un accordo definitivo per l’acquisizione di ARM per 40 miliardi di dollari in un accordo misto contanti e azioni. L’azienda prevede che l’accordo, che è ancora soggetto ad approvazione normativa, si concluda entro 18 mesi.

Secondo Jefferies, l’acquisizione garantirà una “crescita graduale” dell’azienda nel primo anno dopo la chiusura dell’accordo.

Cosa dicono gli analisti su Nvidia Eddie Leung ha mantenuto su Nvidia la raccomandazione Buy, aumentando al contempo il prezzo obiettivo da 570 a 680 dollari.

La tesi su Nvidia L’acquisizione permetterà a Nvidia “non solo di catturare l’80% del valore di ecosistema nei data center, ma anche di unificare l’ecosistema di elaborazione tra l’edge e il data center”, ha detto Lipacis nella nota.

L’analista prevede che l’entità risultante dalla fusione abbia un ‘earnings power’ quinquennale di 50 dollari per azione.

“Nvidia sta fornendo un ecosistema nel settore dei data center, proprio come Apple fa con il mercato degli smartphone, o come Intel e Microsoft hanno fatto per i PC. A differenza di altri concorrenti tradizionali dello spazio dei semiconduttori, l’ecosistema di Nvidia si estende oltre i processori, fino all’interconnessione ad alta velocità (MLNX) e ad uno stack software”, ha scritto l’analista.

“Durante l’era dei PC, l’utile operativo di Microsoft derivante dai PC era simile a quello di Intel, e pensiamo che il potenziale contesto di utili per Nvidia dovrebbe essere modellato più come Wintel, che ha metà dei suoi utili provenienti dall’ecosistema che ha creato. Il nostro modello per i ricavi dai processori Nvidia Data Center è di 34 miliardi di dollari nel 2025 e quelli dall’ecosistema dei data center (software) è di ulteriori 34 miliardi”, ha aggiunto Lipacis.

Movimento dei prezzi di NVDA Lunedì, al momento della pubblicazione, le azioni di Nvidia erano aumentate del 4,5%, a 509 dollari.