Mercati asiatici in territorio positivo dopo rally Dow Jones

Tutti gli indici azionari orientali sono in territorio positivo, compreso l’S&P/ASX 200 australiano

Mercati asiatici in territorio positivo dopo rally Dow Jones
1' di lettura

Lunedì gli indici Dow Jones ed S&P 500 hanno avuto un rally di ripresa, chiudendo in aumento rispettivamente dell’1,68% e dell’1,80%, sulla scia delle speranze di nuove misure di stimolo e del ritorno del presidente USA Donald Trump alla Casa Bianca; il sentiment positivo si sta diffondendo anche fra i titoli asiatici.

Al momento della pubblicazione, l’indice giapponese Nikkei è in rialzo dello 0,52%; i dati sulle riserve in valuta estera del Giappone per il mese di settembre sono previsti per la tarda giornata di martedì.

L’indice cinese Shanghai Composite è chiuso per la Festa Nazionale; i dati sulla crescita dell’import/export sono previsti per la tarda giornata di martedì.

L’indice Hang Seng di Hong Kong segna +0,66%; i dati sull’indice PMI manifatturiero per il mese di settembre, in contrazione da molti mesi, sono previsti per la tarda giornata di martedì.

L’indice australiano S&P/ASX 200 è in crescita dello 0,26%; i dati del Chart Pack della Reserve Bank of Australia saranno pubblicati nella tarda giornata di martedì.

Al momento della stampa, l’indice indiano Nifty 50 registra un aumento dello 0,82%; i dati sull’indice PMI dei servizi per il mese di settembre dovrebbero mostrare una contrazione, come succede da marzo, ovvero da quando l’India ha subito un lockdown a livello nazionale.

L’indice KOSPI della Corea del Sud segna +0,47%; i dati sulle riserve in valuta estera per settembre verranno comunicati nella tarda giornata di martedì.

I futures sull’indice del dollaro USA (USD misurato contro un paniere di cinque valute principali) sono in ribasso dello 0,13%, a 93,427; il dollaro USA viene scambiato piatto contro lo yen giapponese, a quota 105,67.