Prima dell’apertura di Wall Street, 16 ottobre 2020

Un'occhiata ai mercati: futures USA contrastati; attesa per i report economici

Sedute USA
Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi pre-market i futures azionari statunitensi risultano contrastati, mentre gli investitori sono in attesa dei resoconti degli utili da Schlumberger NV (NYSE:SLB), J B Hunt Transport Services Inc (NASDAQ:JBHT) e Bank of New York Mellon Corp (NYSE:BK). Nella sessione precedente Wall Street ha chiuso in ribasso poiché si sono affievolite le speranze di arrivare a nuove misure di stimolo fiscale prima delle elezioni statunitensi, insieme all’aumento inaspettato delle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione.

I dati sulle vendite al dettaglio per settembre verranno pubblicati alle 8:30 ET, mentre i dati sulla produzione industriale per lo stesso mese verranno diffusi alle 9:15 ET; i dati sugli inventari delle imprese per agosto e l’indice della fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan per ottobre saranno pubblicati alle 10:00 ET; il presidente della Federal Reserve di St. Louis, James Bullard, prenderà la parola alle 13:35 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 33 punti, attestandosi 28.353, mentre quelli sull’S&P 500 sono in diminuzione di 2 punti, a quota 3.473,50. I futures sul Nasdaq sono in rialzo di 11,75 punti, a 11.885,75.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più alto di casi e di decessi per coronavirus nel mondo, con un totale di oltre 7.980.460 contagi e circa 217.700 vittime. Intanto l’India ha confermato almeno 7.370.460 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 5.169.380 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono scesi, coi futures sul Brent in calo dello 0,6%, a 42,92 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un ribasso dello 0,4%, a 40,81 dollari al barile. La scorsa settimana le scorte di petrolio greggio statunitensi sono diminuite di 3,8 milioni di barili, secondo quanto comunicato giovedì dall’Energy Information Administration (EIA). Il resoconto Baker Hughes sul conteggio delle trivellazioni nell’area nordamericana per la scorsa settimana verrà comunicato alle 13:00 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei sono per lo più più in crescita, dopo il forte calo della sessione precedente; l’indice spagnolo Ibex scende dello 0,1%, lo STOXX Europe 600 guadagna lo 0,7%, l’indice francese CAC 40 sale dell’1,2%, il tedesco DAX 30 segna +0,4% e il FTSE 100 di Londra è in salita dell’1%. A settembre le immatricolazioni auto in Germania sono aumentate su base mensile del 5,6%, mentre quelle in Francia sono cresciute, sempre su base mensile, del 62,4%.

Oggi i mercati asiatici sono in flessione; l’indice giapponese Nikkei ha perso lo 0,41%, il cinese Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,13%, l’indice Hang Seng di Hong Kong ha fatto segnare +0,94% e l’indiano BSE Sensex è salito dello 0,7%. La Cina sta cercando di emanare una legge sulla sicurezza nazionale che probabilmente proibirà l’esportazione di determinate tecnologie e materiali strategici.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di RBC Capital hanno alzato il rating di Flex Ltd (NASDAQ:FLEX) da Sector Perform a Outperform e hanno aumentato il prezzo obiettivo da 12 a 16 dollari.

Giovedì le azioni Flex sono salite del 4%, chiudendo a 12,57 dollari.

Ultime notizie

  • Intuitive Surgical, Inc. (NASDAQ:ISRG) ha riportato utili e vendite migliori del previsto per il terzo trimestre, tuttavia i numeri trimestrali sulle spedizioni dei dispositivi da Vinci prodotti dall’azienda segnano un calo su base annua del 29%.
  • È stato scoperto che il farmaco antivirale Remdesivir di Gilead Sciences, Inc. (NASDAQ:GILD) ha “scarso o nessun effetto sulla mortalità dei pazienti COVID-19 ricoverati”, secondo le conclusioni di uno studio globale condotto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Lo studio è pubblicato su un server pre-stampa e deve ancora essere sottoposto a revisione paritaria.
  • Hewlett Packard Enterprise Co. (NYSE:HPE) ha emesso una guidance migliorata per l’anno fiscale 2021; l’azienda ha infatti dichiarato di prevedere utili non GAAP compresi fra 1,56 e 1,76 dollari per azione.
  • Ford Motor Company (NYSE:F) ha registrato in Cina un aumento delle vendite su base annua del 25,4% per il terzo trimestre; la casa automobilistica ha infatti riferito di aver venduto tra luglio e settembre 164.352 veicoli in Cina, segnando la maggiore crescita su base annua delle vendite in quasi quattro anni.