Mercati globali, azionario asiatico ed europeo in rialzo

Indici in territorio positivo in vista della giornata elettorale negli Stati Uniti

Mercati globali, azionario asiatico ed europeo in rialzo
2' di lettura

Nei primi scambi della giornata delle elezioni presidenziali USA, i futures sui principali indici statunitensi sono in verde, con quelli sul Dow Jones che guadagnano lo 0,67% e quelli sull’S&P 500 in aumento dello 0,51%; l’azionario globale ha seguito l’andamento di Wall Street, con le piazze asiatiche in rialzo alla chiusura e quelle europee in crescita all’inizio degli scambi.

I guadagni vanno a sommarsi al +1,6% del Dow Jones e al +1,2% dell’S&P 500 registrati nella giornata di ieri; martedì, al momento della pubblicazione, i futures sul greggio WTI crescono dello 0,43%, a 36,97 dollari.

Asia: l’indice giapponese Nikkei è chiuso per le festività del giorno della cultura. Martedì la Banca del Giappone diffonderà le proprie dichiarazioni in materia di politica monetaria.

Nella sessione di martedì, l’indice cinese Shanghai Composite è avanzato dell’1,42%, sostenuto dai guadagni nei titoli finanziari, tecnologici e del settore dei materiali. Gli investitori hanno accolto con favore l’accelerazione dell’attività manifatturiera, come mostrato dal sondaggio di lunedì.

Sempre nella sessione di martedì, l’indice australiano S&P/ASX 200 è balzato dell’1,93% dopo che la Reserve Bank of Australia ha ridotto i tassi di interesse allo 0,10% e ha ampliato l’acquisto di obbligazioni. Gli investitori osserveranno i dati degli indici PMI su servizi e vendite al dettaglio, la cui pubblicazione è attesa per oggi.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è salito del 2,13%, segnando la sua migliore chiusura da ottobre, mentre gli investitori sono in attesa dei dati sull’attività manifatturiera del mese che verranno pubblicati oggi; i titoli finanziari e immobiliari hanno spinto l’indice al rialzo.

Al momento della pubblicazione, l’indice sudcoreano KOSPI ha chiuso in rialzo dell’1,88% e l’indiano Nifty 50 segna +1,24%.

Europa: al momento della pubblicazione, l’indice Euro Stoxx 50 sale dell’1,27%, dopo che lunedì i dati sull’attività manifatturiera di ottobre hanno mostrato un miglioramento a 54,8.

Negli scambi iniziali di martedì, l’indice FTSE 100 di Londra segna +1,52%, in aggiunta al +1,39% con cui ha chiuso la sessione di lunedì; ad ottobre l’indice dell’attività manifatturiera è migliorato a 53,7, battendo la stima di consenso di 53,3. I titoli finanziari, industriali e di consumo sono in cima alla classifica dei guadagni.

Negli scambi di martedì, l’indice tedesco DAX 30 guadagna l’1,43%, trainato dalla forza dei titoli bancari e tecnologici.

Sempre martedì, all’ultimo controllo, l’indice francese CAC 40 era in rialzo (+1,51%), dopo i robusti risultati degli utili riportati dalla banca francese BNP Paribas (OTC:BNPQY).

Trading sul forex: all’ultimo controllo, i futures sull’indice del dollaro erano in ribasso dello 0,42%, a 93,743; il dollaro si è indebolito dello 0,37% contro l’euro, a 1,1683 dollari, dello 0,45% contro la sterlina, a 1,2970 dollari, e dello 0,12% contro lo yen giapponese, a 104,58 yen.