Prima dell’apertura di Wall Street, 05/11/2020

Un’occhiata ai mercati: apertura in rialzo; attesa per il resoconto degli utili di General Motors

Sedute USA
Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi sono in rialzo, con i risultati delle elezioni che finora indicano una maggiore probabilità che Joe Biden ottenga la presidenza degli Stati Uniti. Gli investitori sono in attesa dei report degli utili di AmerisourceBergen Corp (NYSE:ABC), Cardinal Health Inc (NYSE:CAH), General Motors Company (NYSE:GM), Bristol-Myers Squibb Co (NYSE:BMY) e Alibaba Group Holding Ltd – ADR (NYSE:BABA). Wall Street ha chiuso nettamente al rialzo il giorno successivo a quello delle elezioni.

Il rapporto Challenger sul taglio dei posti di lavoro per il mese di ottobre verrà comunicato alle 7:30 ET, mentre i dati sulle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione per la scorsa settimana e sulla produttività del settore non agricolo per il terzo trimestre verranno diffusi alle 8:30 ET. La Federal Reserve annuncerà la sua decisione in materia di politica monetaria alle 14:00 ET, con il suo presidente Jerome Powell che terrà una conferenza stampa alle 14:30 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno guadagnato 339 punti, attestandosi a 28.074, mentre quelli sull’S&P 500 sono in aumento di 61,25 punti, a quota 3.496,25. I futures sul Nasdaq sono in rialzo di 322,25 punti, a 12.085,25.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più alto di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 9.486.480 contagi e circa 233.720 vittime. Intanto l’India ha confermato almeno 8.364.080 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 5.590.020 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono scesi, coi futures sul Brent in calo dello 0,8%, a 40,90 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un ribasso dell’1%, a 38,75 dollari al barile. Il rapporto settimanale dell’Energy Information Administration sulle riserve di gas naturale in stoccaggio sotterraneo è previsto per le 10:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei sono in verde, dopo i guadagni registrati nella sessione precedente; l’indice spagnolo Ibex sale dello 0,6%, lo STOXX Europe 600 guadagna lo 0,5%, l’indice francese CAC 40 è in aumento dello 0,6%, il tedesco DAX 30 segna +0,8% e il FTSE 100 di Londra sta avendo un incremento dello 0,1%. Ad ottobre l’indice dei prezzi alla produzione dell’Eurozona è salito su base mensile dello 0,3%, ma è diminuito su base annua del 2,4%; nel frattempo, gli indici PMI composito e dei servizi dell’area dei Paesi Euro hanno superato le stime di consenso degli analisti.

Anche le piazze asiatiche hanno registrato rialzi; l’indice giapponese Nikkei è salito dell’1,73%, il cinese Shanghai Composite ha guadagnato l’1,3%, l’Hang Seng di Hong Kong ha fatto un balzo del 3,25%, l’indiano BSE Sensex ha fatto segnare +1,7% e l’australiano S&P/ASX 200 ha registrato un incremento dell’1,3%. Ad ottobre l’indice PMI dei servizi in Giappone è cresciuto a 47,7 battendo le stime di consenso degli analisti, ferme a 46,9.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Oppenheimer hanno alzato il rating delle azioni Microsoft Corporation (NASDAQ:MSFT) da Perform a Outperform e hanno annunciato un prezzo obiettivo di 260 dollari.

Negli scambi pre-market le azioni Microsoft hanno registrato un aumento del 2,6%, a 222,11 dollari.

Ultime notizie

  • QUALCOMM, Inc. (NASDAQ:QCOM) ha riportato utili migliori del previsto per il quarto trimestre e ha pubblicato una solida guidance per il primo.
  • Expedia Group Inc (NASDAQ:EXPE) ha registrato una perdita inferiore alle attese per il terzo trimestre; inoltre le vendite hanno superato le aspettative degli analisti.
  • Questa settimana Jeff Bezos, amministratore delegato di Amazon Inc (NASDAQ:AMZN), ha venduto 3 miliardi di dollari di azioni della società di e-commerce, come rivelano i documenti depositati mercoledì presso la Securities and Exchange Commission.
  • Secondo quanto riferito mercoledì da Bloomberg, Apple Inc (NASDAQ:AAPL) sta affrontando una carenza di chip utilizzati per la gestione dell’alimentazione nell’iPhone.