Carvana e Wayfair, potenziali short squeeze

In vista delle vacanze natalizie, questi e altri titoli si candidano a vedere una ricopertura delle posizioni allo scoperto da parte degli investitori

Carvana e Wayfair, potenziali short squeeze
2' di lettura

Lo short squeeze è uno dei più potenti eventi di mercato sui quali negoziare, dunque i trader sono sempre alla ricerca del prossimo candidato per la ricopertura delle posizioni short; Ihor Dusaniwsky, analista di S3 Partners, ha appena pubblicato un elenco di potenziali titoli da short squeeze nel settore della vendita al dettaglio, in base ai loro alti tassi di prestito e alle grosse perdite per i venditori allo scoperto rispetto al valore di mercato.

Una commissione per il prestito di azioni è la percentuale del valore di un titolo che i broker addebitano ai venditori allo scoperto per prenderlo in prestito; se l’offerta di azioni da prendere in prestito diminuisce, le commissioni di prestito tendono ad aumentare.

Quando le commissioni di prestito su un titolo subiscono un’impennata, questo elemento esercita una pressione sui venditori allo scoperto affinché questi scelgano fra chiudere le loro posizioni o lasciare che le commissioni erodano qualsiasi potenziale guadagno.

Per quanto riguarda il 2020, Dusaniwsky ha affermato che finora le scommesse fatte dai venditori allo scoperto sui titoli del settore della vendita al dettaglio non hanno ripagato, avendo generato da inizio anno perdite mark-to-market di oltre 30 miliardi di dollari nel comparto; Amazon.com, Inc. (NASDAQ:AMZN) è stata la peggiore scommessa short fra i titoli retail nel 2020, essendo costata ai venditori allo scoperto oltre 5,2 miliardi di dollari di perdite; quest’anno gli short seller hanno anche sbagliato a scommettere contro Pinduoduo Inc (NASDAQ:PDD), poiché sul titolo hanno registrato perdite nell’ordine dei 3,6 miliardi di dollari.

“Poiché i titoli del settore retail stanno osservando un forte aumento dei prezzi delle azioni – alla luce della possibilità che i vaccini Covid conducano al termine o alla riduzione delle misure di lockdown all’inizio del 2021 – è probabile che lo short selling diminuisca e che la copertura delle posizioni scoperte diventi più diffusa in alcuni sottosettori”, ha dichiarato Dusaniwsky.

Altri candidati allo short squeeze: ecco otto titoli del settore della vendita al dettaglio che secondo Dusaniwsky rappresentato i principali candidati allo short squeeze in vista in prossimità della stagione di shopping natalizio:

  • Carvana Co (NYSE:CVNA)
  • Wayfair Inc (NYSE:W)
  • Restoration Hardware Holdings, Inc (NYSE:RH)
  • Expedia Group Inc (NASDAQ:EXPE)
  • Bed Bath & Beyond Inc. (NYSE:BBBY)
  • Macy’s Inc (NYSE:M)
  • Nordstrom, Inc. (NYSE:JWN)
  • GameStop Corp. (NYSE:GME)

Il punto di vista di Benzinga: gli short squeeze sono estremamente imprevedibili e un aumento delle perdite fra i venditori allo scoperto non implica necessariamente l’arrivo di uno squeeze; tuttavia, la combinazione di un elevato numero di posizioni scoperte e di perdite crescenti da parte degli short seller rende questi otto titoli degni di essere in cima a qualsiasi watchlist per lo short squeeze.