L’aggiustamento al rialzo dei tassi Usa è solo all’inizio

L’aggiustamento al rialzo dei tassi Usa è solo all’inizio
1' di lettura

Secondo gli esperti di Euromobiliare SGR rappresenterà il tema dominante della prima metà del 2021 con possibile impatto anche sull’azionario, sul quale le ultime sedute hanno già evidenziato qualche tensione

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Il trend di rialzo dei rendimenti governativi americani sulle scadenze a 10 anni e oltre ha subito una violenta accelerazione nelle ultime sedute, con una salita del tasso decennale di oltre 10 punti base, accompagnata da un significativo aumento della volatilità implicita. Si tratta di una dinamica coerente con i trend storici di mercato in corrispondenza dell’uscita da una recessione e dell’avvio di una ripartenza sostenuta dell’economia. Per questo il movimento al rialzo dei rendimenti dei T-bond con conseguente irripidimento della curva dei tassi è un sintomo che lascia presagire che l’aggiustamento in atto non si sia concluso e anzi che sia candidato ad essere il tema d’investimento dominate nella prima metà del 2021.

USCITA RAVVICINATA DALLA CRISI

Gli esperti di Euromobiliare SGR spiegano che le ragioni fondamentali a sostegno della normalizzazione dei tassi, che sulla scadenza decennale non hanno comunque ancora recuperato i livelli precedenti all’esplosione della pandemia un anno fa, attengono in buona sostanza alla prospettiva di un’uscita ravvicinata dall’emergenza pandemica, grazie all’accompagnamento di politiche fiscali estremamente accomodanti e da una campagna vaccinale che promette di accelerare in maniera importante avvicinando il traguardo dell’immunità generalizzata e di un ritorno alla normalità delle attività economiche e sociali…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.