Snapchat, esperti ottimisti dopo l’evento Analyst Day

Diversi analisti di Wall Street riconoscono che la “storia di crescita senza limiti” dell’azienda costituisce un obiettivo raggiungibile

Snapchat, esperti ottimisti dopo l’evento Analyst Day
3' di lettura

Snap Inc (NYSE:SNAP), società madre di Snapchat, martedì ha ospitato l’evento di presentazione Analyst Day e diversi analisti di Wall Street hanno concordato sul fatto che la “storia di crescita senza limiti” dell’azienda di social media è realizzabile.

Cosa dicono gli analisti su Snap: l’analista di KeyBanc Capital Markets, Justin Patterson, mantiene sulle azioni Snap la valutazione Overweight, con un target price incrementato da 63 a 87 dollari.

Anche l’analista di Morgan Stanley, Brian Nowak, mantiene il rating Overweight, alzando il prezzo obiettivo da 80 a 85 dollari.

Mark Zgutowicz, analista di Rosenblatt Securities, mantiene su Snap la raccomandazione Buy, con un target price aumentato da 70 a 100 dollari.

L’analista di Needham Laura Martin mantiene il rating Hold sulle azioni Snap.

La crescita dei ricavi sarà “la nuova normalità”: il team dirigente di Snap ha discusso delle priorità strategiche, dei nuovi prodotti e delle funzioni pubblicitarie che collocano l’azienda su un percorso indicante “una storia di crescita senza limiti” a medio termine, come ha scritto Patterson in una nota. I quattro punti chiave evidenziati dai dirigenti di Snap riguardano:

  • La crescita del fatturato del 50% sarà la “nuova normalità” e sarà sostenuta principalmente dall’app principale dell’azienda, Snap.
  • Snap prevede di aggiungere nuove funzionalità a Maps e a Spotlight, con l’azienda che seguirà un “approccio consapevole” verso la monetizzazione delle nuove features.
  • L’azienda è “in una solida posizione” per beneficiare delle tendenze della realtà aumentata nel corso dei prossimi anni.
  • Nel medio termine il management punta a margini lordi di almeno il 60%: si tratta di un obiettivo “ampiamente raggiungibile”, dato il livello di spesa dell’azienda e la disciplina nell’allocazione del capitale.

I 5 motori della crescita: i dirigenti di Snap sostengono che una crescita “duratura” pluriennale sarà sostenuta da cinque fattori, come ha scritto Nowak nella sua nota.

  • Momentum dovuto alla crescita degli inserzionisti, sostenuta da nuovi team di vendita che si concentreranno sui singoli settori.
  • Miglioramenti continui nel targeting, nell’ottimizzazione e nell’attribuzione degli annunci pubblicitari.
  • Investimenti in realtà aumentata che supporteranno il coinvolgimento degli utenti.
  • Accelerazione della crescita degli utenti internazionali.
  • Impegno a crescere al “livello di un’azienda leader di settore”.

Link correlato: Snap, Morgan Stanley aumenta il rating del titolo

Espansione dell’EBITDA “più impressionante”: forse “più impressionante” della crescita del fatturato del 50% sono le prospettive di Snap per una “sana” espansione dell’EBITDA rettificato, ha scritto Zgutowicz nella sua nota; la società di ricerca stima infatti che l’EBITDA rettificato di Snap aumenterà da 77 milioni di dollari nel 2020 a 626 milioni di dollari nel 2021 e alla fine crescerà fino a 1,1522 miliardi di dollari entro il 2029.

Nello stesso periodo di tempo, il ricavo medio per utente (ARPU) salirà da 9,44 dollari nel 2020 a 12,78 dollari nel 2021 e arriverà fino a 42,19 dollari entro il 2029.

Preoccupazioni sulla valutazione: ai dirigenti di Snap va riconosciuto il merito di aver fatto un “lavoro eccellente” nell’illustrare il piano a breve termine dell’azienda, ma gli investitori dovrebbero farsi da parte a causa delle preoccupazioni in termini di valutazione, ha scritto Martin nella nota; le azioni Snap scambiano infatti alla già costosa valutazione di 19 volte i ricavi stimati per il 2022.

Inoltre, i calcoli alla base della traiettoria di crescita dei ricavi effettuati dalla direzione implicano che metà di questa crescita debba provenire da un aumento dell’ARPU, ha scritto l’analista: ciò potrebbe semplicemente non essere possibile, oppure potrebbe “irritare i suoi utenti abbastanza” da spingerli ad abbandonare la piattaforma.

Movimento dei prezzi di SNAP: mercoledì mattina le azioni Snap hanno raggiunto un nuovo massimo storico di 73,59 dollari e hanno poi chiuso la sessione a 69,47 dollari.