I piani di Lucid per il futuro sono diversi da quelli di Tesla

L’azienda auto, che presto si quoterà in Borsa tramite fusione SPAC, vuole marcare le differenze con la rivale Tesla

I piani di Lucid per il futuro sono diversi da quelli di Tesla
2' di lettura

Lucid Motors, azienda che prevede di quotarsi in Borsa fondendosi con la società veicolo Churchill Capital Corp IV (NYSE:CCIV), sta tracciando un percorso futuro significativamente diverso rispetto a quello dell’azienda leader di segmento, Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), come riferito martedì da CNBC.

Il CEO di Lucid, Peter Rawlinson, ha guidato il team di ingegneri che ha lavorato alla berlina Model 3 di Tesla. Sebbene le due società seguano un percorso simile per quanto riguarda la produzione e alcuni altri aspetti come i concessionari e il servizio, sussistono alcune differenze fondamentali:

Ricarica dei veicoli elettrici: le due aziende differiscono in modo significativo sull’approccio adottato per la ricarica dei veicoli elettrici: mentre l’azienda guidata da Elon Musk ha costruito la propria rete di Supercharger, Lucid non ha intenzione di replicare un’impresa del genere.

“Vogliamo avere l’onere finanziario di una rete di ricarica rapida? No, possiamo essere asset light su questo. È qui che possiamo risparmiare denaro”, ha dichiarato Rawlinson.

Per la ricarica dei suoi veicoli, Lucid ha invece stretto una partnership con Electrify America, società detenuta da Volkswagen AG (OTC:VWAGY).

Lidar e guida autonoma: Musk e Rawlinson hanno idee diverse anche riguardo all’utilizzo della tecnologia lidar in materia di veicoli a guida autonoma.

“Pensiamo che il lidar dovrebbe far parte del pacchetto di sensori per (i veicoli autonomi)? Sì, lo pensiamo”, ha affermato l’AD di Lucid.

D’altra parte, Musk ha dichiarato che anche se il costo dei sensori lidar si azzerasse, Tesla comunque non li userebbe.

La casa automobilistica di Palo Alto propone il software Full Self-Driving al prezzo di 10.000 dollari: il programma non è dotato di un sistema di monitoraggio del conducente, mentre Lucid prevede di introdurre nei suoi veicoli questo tipo di soluzione, secondo CNBC.

Pubblicità e vendite: Tesla non utilizza i canali pubblicitari tradizionali, affidandosi invece agli eventi e al coinvolgimento sui social media, come riferisce CNBC; l’account Twitter di Musk ha quasi 50 milioni di follower. D’altro canto, Lucid ha condotto una campagna televisiva dal 25 dicembre fino alla fine di gennaio per pubblicizzare la sua berlina Air.

Guarda anche: Lucid, la rivale della Tesla Model 3 arriverà entro il 2025?

Rawlinson ha spiegato che inizialmente la campagna pubblicitaria non era stata pianificata, ma poi la crisi Covid ha portato alla cancellazione degli eventi, sempre come riporta CNBC.

“Abbiamo fatto una piccola incursione [nella pubblicità] e penso che sia stato abbastanza positivo, dunque non è una cosa che escludo soltanto perché non la fa Tesla”.

Movimento dei prezzi: martedì le azioni Tesla hanno ceduto il 4,45% a 686,44 dollari e nella sessione after-hours hanno poi guadagnato lo 0,34%; lo stesso giorno, le azioni di Churchill Capital hanno lasciato sul terreno il 9,37% a 27,77 dollari e nella sessione after-hours hanno poi recuperato l’1,19%

Foto per gentile concessione: Lucid Motors