BlackBerry riceve brevetto per rifornimento veicoli autonomi

Qual è il prossimo passo per BlackBerry?

BlackBerry riceve brevetto per rifornimento veicoli autonomi

Martedì a BlackBerry Ltd (NYSE:BB) è stato concesso un brevetto per “metodi e sistemi per il rifornimento dei veicoli autonomi”.

Cosa è successo: il brevetto, per il quale la società tech con sede a Waterloo (Ontario) aveva fatto domanda il 23 agosto 2017, riguarda un sistema di segnalazione per veicoli autonomi; il brevetto è stato concesso dall’Ufficio marchi e brevetti degli Stati Uniti.

Come funziona: il sistema può capire quando un veicolo autonomo ha bisogno di rifornimento, confermare quando l’auto si trova in prossimità di una stazione di rifornimento, segnalare a un addetto di dare il via al rifornimento, interrompere il rifornimento al valore limite e ripetere il segnale qualora il rifornimento non sia avvenuto.

Perché è importante: il sistema di segnalazione può essere utilizzato per qualsiasi tipo di veicolo autonomo, compresi quelli alimentati a benzina, diesel o batterie elettriche; nel brevetto, BlackBerry ha previsto l’ascesa dei veicoli autonomi e afferma di voler restare un passo avanti agli altri.

“È probabile che nei prossimi anni i veicoli autonomi diventeranno ampiamente utilizzati; tali veicoli autonomi possono essere utilizzati per molti scopi, fra cui consegne autonome, taxi autonomi e infrastrutture di condivisione auto in cui il veicolo si sposta fra i vari utenti, fra le altre cose”, ha scritto BlackBerry nel brevetto.

L’azienda canadese sembra aver considerato ogni possibile problema nel suo sistema di segnalazione, fra cui possibili difficoltà di pianificazione nel caso in cui più di un veicolo giunga alla stazione di rifornimento nello stesso momento, questioni legate al pagamento del carburante o dell’energia e il modo in cui il sistema può rilevare se il carburante somministrato al veicolo sia sbagliato.

BlackBerry ha aggiunto che i veicoli di consegna autonomi, senza passeggeri all’interno, potrebbero risparmiare sui costi utilizzando un sistema di segnali di rifornimento, con le aziende che così non avrebbero bisogno di assumere un dipendente per monitorare ed effettuare il rifornimento dei veicoli.

Cosa potrebbe succedere: il brevetto rappresenta un’altra incursione di BlackBerry nell’industria automobilistica; la società, infatti, di recente ha compiuto grandi mosse per collaborare con i produttori di veicoli elettrici, e ha stretto accordi con Baidu Inc (NASDAQ:BIDU) e Motional – azienda sostenuta da Hyundai Motor Company GDR (OTC:HYMTF) – per garantire l’utilizzo del suo sistema QNX nei loro veicoli elettrici.

Il 9 marzo BlackBerry ha annunciato che sta collaborando con Huizhou Desay SV Automotive Co Ltd (SHE:002920), casa automobilistica che impiegherà la piattaforma QNX Hypervisor di BlackBerry per lanciare un controller di dominio per cabina smart virtuale a doppio schermo, al fine di consentire una guida più sicura.

Ora gli investitori attendono di capire quali produttori di veicoli autonomi proveranno a raggiungere un accordo con BlackBerry per l’utilizzo del suo sistema di segnalazione; vale la pena notare che Amazon.com Inc. (NASDAQ:AMZN), società che lo scorso anno ha ricevuto l’autorizzazione per l’utilizzo dei suoi droni di consegna autonomi, è già partner di BlackBerry. Amazon e Blackberry hanno raggiunto un accordo il 1° dicembre 2020, nell’ambito del quale Amazon Web Services utilizzerà la piattaforma IVY di BlackBerry per i suoi veicoli smart.

(Foto: Ufficio BlackBerry di Waterloo tramite drone)