Pre-market: futures USA in calo dopo il rally di lunedì

Un’occhiata ai mercati; il greggio registra un rialzo del 2%

Pre-market: futures USA in calo dopo il rally di lunedì
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi erano in leggera flessione dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones è balzato di oltre 370 punti in seguito all’uscita di dati migliori del previsto sull’occupazione negli USA. Gli investitori sono in attesa dei risultati degli utili da Paychex, Inc. (NASDAQ:PAYX), Smart Global Holdings Inc (NASDAQ:SGH) e Greenbrier Companies Inc (NYSE:GBX).

Il rapporto JOLTS del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti per il mese di febbraio verrà pubblicato alle 10:00 ET; gli analisti prevedono che a febbraio le offerte di lavoro siano scese a 6,850 milioni, dopo essere incrementate notevolmente a 6,917 milioni nel mese di gennaio.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 11 punti, attestandosi a 33.404, mentre quelli sull’S&P 500 hanno registrato una diminuzione di 5,50 punti a quota 4.062,25; i futures sul Nasdaq sono scesi di 27,75 punti, a 13.557,75.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 30.785.390 contagi e circa 555.610 vittime; intanto il Brasile ha confermato oltre 13.013.600 casi di COVID-19, mentre l’India ha registrato un totale di almeno 12.686.040 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dell’1,9% a 63,31 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo del 2% a 59,81 dollari al barile. Il report dell’American Petroleum Institute sulle scorte di greggio degli Stati Uniti sarà pubblicato oggi.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei hanno iniziato la giornata in tono positivo: l’indice spagnolo Ibex saliva dell’1%, lo STOXX Europe 600 guadagnava lo 0,8%, l’indice francese CAC 40 era in crescita dello 0,7%, l’indice tedesco DAX 30 faceva segnare +1% e il FTSE 100 di Londra registrava un aumento dell’1,2%. A marzo le immatricolazioni di auto nuove nel Regno Unito hanno registrato un incremento dell’11,5% su base annua a 283.964 unità; nello stesso mese, il numero di persone registrate come disoccupate in Spagna è sceso di 59.149 unità rispetto al mese precedente, attestandosi a quota 3,95 milioni.

I listini asiatici hanno avuto un andamento contrastante: l’indice giapponese Nikkei ha perso l’1,3%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare -0,04%, l’Hang Seng di Hong Kong è balzato dell’1,97%, l’indice australiano S&P/ASX 200 ha guadagnato lo 0,8% e l’indiano BSE Sensex ha ceduto lo 0,1%. La Reserve Bank of Australia, nel corso della sua ultima riunione, ha mantenuto il tasso di interesse al minimo storico dello 0,1%. A marzo l’indice PMI composito generale della Cina è salito a 53,1 da 51,7 del mese precedente, mentre l’indice PMI dei servizi è salito a 54,3 da 51,5. A febbraio la spesa delle famiglie giapponesi è diminuita del 6,6% in termini reali rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Evercore ISI Group hanno avviato la copertura sul titolo Pinterest, Inc. (NYSE:PINS) con un rating Outperform e hanno annunciato un target price di 97 dollari.

Negli scambi pre-market le azioni Pinterest hanno registrato un aumento dello 0,2% a 79,71 dollari.

Ultime notizie

  • Illumina, Inc. (NASDAQ:ILMN) ha alzato la sua guidance sulla crescita delle vendite per l’anno fiscale 2021 dal 17-20% al 25-28% su base annua; la società, inoltre, ha pubblicato previsioni di vendita robuste per il primo trimestre.
  • Japan Airlines Co Ltd (OTC:JAPSY) ha dichiarato di aver ritirato tutti i suoi jet 777 della Boeing Co (NYSE:BA) alimentati da motori Pratt & Whitney PW4000 un anno prima del previsto, dopo la sospensione delle operazioni a febbraio.
  • SeaSpine Holdings Corp (NASDAQ:SPNE) ha rafforzato le sue previsioni di vendita per l’anno fiscale 2021 e ha anche pubblicato una solida guidance sulle vendite per il primo trimestre.
  • Facebook Inc. (NASDAQ:FB) è in conflitto con Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) in merito ad alcune richieste di documenti relative alla controversia legale fra Epic Games Inc. – sviluppatore del videogioco “Fortnite” e App Store, secondo quanto riferito lunedì da AppleInsider.