Coinbase, il CEO ha venduto azioni per $292 milioni

L’amministratore delegato Brian Armstrong ha venduto poco meno del 2% delle sue partecipazioni nel primo giorno di contrattazioni del titolo

Coinbase, il CEO ha venduto azioni per 2 milioni
2' di lettura

Una settimana dopo il debutto in Borsa di Coinbase Global Inc (NASDAQ:COIN) sul Nasdaq, sono emersi alcuni report in base ai quali i massimi dirigenti dell’exchange di criptovalute hanno venduto una quantità considerevole di azioni nel primo giorno di contrattazioni.

Cosa è successo: secondo un fascicolo depositato presso la Securities and Exchange Commission, l’amministratore delegato di Coinbase Brian Armstrong ha venduto azioni per 291,8 milioni di dollari.

Secondo i documenti depositati, gli investitori, gli azionisti e i dipendenti di Coinbase hanno venduto azioni per un totale di 5 miliardi di dollari, sebbene la società di venture capital Union Square Venture rappresenti oltre il 65% di questo importo.

Perché è importante: a differenza di una tipica offerta pubblica iniziale (IPO), in cui vengono emesse al pubblico nuove azioni e gli insider hanno un periodo di lock-up affinché non possano venderle, l’intero scopo dietro alla quotazione diretta di Coinbase era che questi insider vendessero le loro azioni al pubblico.

In sostanza, gli insider devono rendere le loro azioni disponibili alla vendita affinché la quotazione abbia successo.

Chi non conosce i dettagli di un direct listing ha criticato i dirigenti di Coinbase per aver “scaricato le proprie azioni” nel primo giorno di contrattazioni.

“In una quotazione diretta, hai bisogno di venditori altrimenti non c’è liquidità. È ridicolo che le persone si arrampichino sugli specchi per gettare ombra sul team di Coinbase”, ha commentato Meltem Demirors, Chief Strategy Officer di Coinshares.

Il giorno della quotazione Brian Armstrong ha venduto 749.999 azioni, pari a meno del 2% delle sue partecipazioni totali.

Fra gli altri dirigenti di Coinbase, la direttrice finanziaria Alesia Haas ha venduto il 15% della sua partecipazione totale e la direttrice operativa Emilie Choi ha venduto il 24% della sua quota.