General Electric pronta a sforare nelle prossime settimane

Analizziamo lo scenario tecnico sulle azioni della società di Boston

General Electric pronta a sforare nelle prossime settimane

Martedì le azioni di General Electric Co. (NYSE:GE) erano in calo dopo che la società ha riportato risultati di vendita del primo trimestre peggiori del previsto; il dato inferiore alle aspettative sulle vendite ha fatto sì che General Electric mancasse la stima di consenso degli analisti.

All’ultimo controllo martedì le azioni di General Electric stavano perdendo il 3,47% a 13,08 dollari.

Analisi del grafico giornaliero di General Electric

Il titolo General Electric sembra formare quello che i trader tecnici definiscono un “modello di pennant”.

Il titolo scambia al di sotto della media mobile a 50 giorni (verde) e al di sopra della media mobile a 200 giorni (blu), il che suggerisce che molto probabilmente il titolo sta affrontando un periodo di consolidamento.

La media mobile a 50 giorni può essere un punto di resistenza sul grafico, mentre la media mobile a 200 giorni è una possibile area di supporto.

Livelli chiave da tenere d’occhio

Negli ultimi due mesi il titolo ha avuto un andamento laterale, formando un modello di pennant.

Il modello di pennant si forma quando il prezzo viene condensato tra massimi e minimi in restringimento; di solito segue un forte movimento in una delle due direzioni, e il trend del titolo prosegue nella stessa direzione del breakout.

Quali sono le prospettive per General Electric?

I trader tecnici rialzisti vorrebbero vedere il titolo rompere dal modello di pennant e iniziare a muoversi verso l’alto; per confermare la rottura del pattern, i trader vorrebbero vedere il titolo superare la linea che collega i massimi con un certo consolidamento.

I trader tecnici ribassisti invece vorrebbero vedere il titolo uscire dal pattern in direzione discendente; qualora il titolo attraversasse la linea creata dai minimi, potrebbe esserci un grosso calo.

General Electric è una delle prime 10 partecipazioni dell’Industrial Select Sector SPDR Fund (NYSE:XLI).