Tesla, ad aprile -25% di immatricolazioni in Germania

Il gruppo californiano soffre la concorrenza con Volkswagen, che nello stesso periodo ha registrato una crescita delle immatricolazioni pari al 108%

Tesla, ad aprile -25% di immatricolazioni in Germania
2' di lettura

Ad aprile di quest’anno Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) ha registrato una flessione delle nuove immatricolazioni in Germania pari al 24% su base annua, mentre Volkswagen AG (OTC:VWAGY) ha ottenuto un aumento del 108,4%.

Cosa è successo: ad aprile le nuove immatricolazioni di veicoli Tesla in Germania sono state 484, mentre nel mese precedente il totale era di 3.703 unità, un calo dell’86,93%, secondo i dati dell’autorità federale dei trasporti tedesca, Das Kraftfahrt-Bundesamt.

Le immatricolazioni di Volkswagen ad aprile sono state invece pari a 43.230; a marzo la cifra era di 56.550 unità, ovvero un calo del 23,5% su base mensile; nello stesso mese la casa automobilistica tedesca si è assicurata la quota maggiore di nuove immatricolazioni con il 18,8%.

In particolare, tutti i marchi tedeschi hanno registrato un aumento delle immatricolazioni su base annua: Opel – di proprietà di Stellantis NV (NYSE:STLA) – e Mercedes – marchio detenuto da Daimler AG (OTC:DDAIF) (OTC:DMLRY) – hanno visto aumentare le immatricolazioni, rispettivamente, del 174,6% e del 158,5%.

Altri brand che hanno osservato un incremento delle immatricolazioni sono Nissan Motor Co, Ltd (OTC:NSANY), Hyundai Motor Company (OTC:HYMTF) e Ssangyong – di proprietà di Mahindra & Mahindra Limited (OTC:MAHMF) – cresciuti rispettivamente del 146,1%, 135% e 106,9%.

Perché è importante: ad aprile è emerso che nel primo trimestre le immatricolazioni di veicoli dell’azienda guidata da Elon Musk in Germania hanno fatto segnare +83% su base annua, ma Smart (altro marchio di proprietà di Daimler) ha fatto meglio, riportando nello stesso periodo un aumento delle registrazioni del 313,8%.

Ad aprile sono stati immatricolati 2.271 veicoli Smart, mentre a marzo la cifra era di 2.592 unità, con un calo del 12,38%.

Nel frattempo, la quota di nuove immatricolazioni di auto Tesla in Cina continua a crescere: a marzo sono stati immatricolati nel Paese 34.635 nuovi veicoli del gruppo californiano, rispetto alle 18.155 immatricolazioni di febbraio.

Movimento dei prezzi: le azioni Tesla hanno chiuso la sessione regolare di giovedì in rosso dell’1,1% a 663,54 per poi guadagnare lo 0,22% nella sessione after-hours; lo stesso giorno, le azioni OTC di Volkswagen hanno chiuso in rialzo dello 0,32% a 31,42 dollari.

Nessun Articolo da visualizzare