Sanofi-GSK, candidato anti-Covid supera fase 2

Sanofi-GSK, candidato anti-Covid supera fase 2
  • Sanofi SA (NASDAQ:SNY) e il suo partner di collaborazione GlaxoSmithKline plc (NYSE:GSK) hanno riportato “forti risposte immunitarie” nei test preliminari del loro vaccino contro il COVID-19, alimentando le speranze che quest’ultimo possa unirsi alla lotta contro la pandemia.
  • Le aziende stanno combinando un antigene sviluppato da Sanofi, che stimola la produzione di anticorpi germicidi, con la tecnologia adiuvante di GSK, una sostanza che rafforza la risposta immunitaria innescata da un vaccino.
  • Il vaccino sperimentale “ha raggiunto forti tassi di risposte anticorpali neutralizzanti, in linea con quelli misurati nei soggetti che si sono ripresi dal COVID-19, in adulti di tutte le fasce d’età nell’ambito di uno studio di Fase 2 con 722 volontari”, si legge in una dichiarazione.
  • “Nelle prossime settimane dovrebbe iniziare uno studio cardine globale di fase 3”.
  • I risultati provvisori di Fase 2 hanno mostrato una sieroconversione compresa fra il 95% e il 100% dopo la seconda iniezione in tutti i gruppi di età (da 18 a 95 anni) per tutte le dosi, con tollerabilità accettabile e nessun problema di sicurezza.
  • Una singola dose ha generato alti livelli di anticorpi neutralizzanti nei partecipanti con evidenza di precedente infezione da SARS-CoV-2, indicandone il robusto potenziale di sviluppo come vaccino di richiamo.
  • Le due aziende prevedono di avviare uno studio globale di fase 3 con la dose da 10 µg su oltre 35.000 partecipanti adulti.
  • Verrà valutata l’efficacia di due formulazioni di vaccini, fra cui le varianti D614 (Wuhan) e B.1.351 (sudafricana).
  • Parallelamente, le aziende intendono condurre studi sulle dosi di richiamo con diverse formulazioni per le varianti, allo scopo di valutare se una dose inferiore genera una forte risposta di richiamo indipendentemente dalla dose inizialmente ricevuta.
  • L’approvazione del vaccino è prevista nel quarto trimestre di quest’anno, soggetta alle normative e all’esito delle sperimentazioni di Fase 3.
  • Movimento dei prezzi: all’ultimo controllo, durante la sessione pre-market di lunedì, le azioni di GSK erano in calo dello 0,15% a 39,02 dollari, mentre le azioni di SNY mostravano un aumento dello 0,42% a 52,96 dollari.

Nessun Articolo da visualizzare