Cramer: AMC e GameStop sono Buy

Secondo il presentatore di Mad Money, i due titoli si trovano nel giusto intervallo per essere comprati

Cramer: AMC e GameStop sono Buy

Il conduttore della CNBC Jim Cramer ha affermato che le azioni di AMC Entertainment Holdings Inc. (NYSE:AMC) e GameStop Corporation (NYSE:GME) si trovano nel giusto intervallo di acquisto.

Cosa è successo

Il presentatore di Mad Money ha osservato che le due società presentano un’opportunità di acquisto, poiché entrambe si preparano a reinventarsi.

“Non sono contrario all’acquisto di GameStop o AMC a questi livelli. GameStop è attualmente al di sotto del punto in cui vi ho detto di prendere profitti a gennaio”, ha dichiarato Cramer.

La personalità televisiva ha aggiunto che le due società hanno la capacità di reinventarsi, visto che l’aumento di prezzo dei loro titoli ha permesso loro di raccogliere capitali.

Cramer, comunque, ha consigliato agli investitori che hanno acquistato questi titoli a livelli molto più bassi di far fuori “qualcosa dai giochi, poiché queste storie possono sempre finire male”.

Perché è importante

Le azioni di GameStop, AMC Entertainment e altri “stonks” (ovvero i titoli prediletti dagli investitori retail) hanno registrato un’impennata a causa della smania da trading al dettaglio; la scorsa settimana la valutazione di AMC Entertainment ha superato quella di GameStop grazie al crescente interesse da parte degli investitori retail.

Dall’inizio dell’anno il rendimento del titolo AMC Entertainment è del 2.227,36%, mentre quello del titolo GameStop è del 1.505,94%.

Nella sessione after-hours di mercoledì, tuttavia, le azioni GameStop hanno avuto un ribasso nonostante la società abbia riportato utili del primo trimestre migliori del previsto, oltre ad aver nominato un nuovo amministratore delegato e un nuovo direttore finanziario.

GameStop ha affermato che prevede di presentare un report supplementare per la vendita di una cifra massima di 5 milioni di azioni tramite offerta “at-the-market”.

AMC ha tratto vantaggio dalla massiccia impennata delle sue azioni: recentemente la società ha infatti venduto 20 milioni di azioni in due operazioni separate, raccogliendo liquidità per oltre 800 milioni di dollari.

Foto di Samantha Celera su Flickr

Nessun Articolo da visualizzare