Land Rover lavora sulla versione a idrogeno del Defender

1' di lettura

L’iconico Suv del marchio Land Rover potrebbe debuttare presto nella versione a idrogeno

Jaguar Land Rover ha avviato i suoi lavori su un prototipo a idrogeno del suo SUV Defender. La società, infatti, ha annunciato l’avvio dei test che si svolgeranno entro la fine del 2021 nel Regno Unito all’interno del progetto governativo “Project Zeus”, il piano che prevede emissioni zero entro il 2036. Lo studio è finanziato con i fondi stanziati dal governo con l’Advanced Propulsion Center e punta alla realizzazione di un veicolo alimentato a idrogeno ma con prestazioni simili a quelli a combustione interna (motore endotermico), in termini di autonomia, capacità off-road e traino. Jaguar, inoltre, punta a raggiungere le emissioni zero dei suoi veicoli entro il 2026 e alla trasformazione della sua catena di produzione in ‘carbon neutral’ entro il 2039: dal 2025 produrrà solo auto completamente elettriche.

LA TECNOLOGIA A IDROGENO

Questa tecnologia si basa su celle a combustibile a idrogeno e possono alimentare un veicolo combinando l’idrogeno con l’ossigeno, grazie ad una pila a combustibile che permette la produzione dell’elettricità ma emettendo esclusivamente valore acqueo completamente pulito. Inoltre, i veicoli alimentati a celle hanno una buona prestazione in ambienti freddi perché mostrano una perdita di autonomia minima alle basse temperature…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.