Quattro temi di investimento per la transizione verde europea

1' di lettura

Columbia Threadneedle Investments sottolinea l’ingente massa di capitali pubblici e privati che saranno mobilitati e indica Rinnovabili, Mobilità Verde, Idrogeno e Riqualificazione Edilizia come settori favoriti

La spinta in atto in Europa per rendere l’economia della regione più ecocompatibile genererà una nuova gamma di opportunità di investimento nelle infrastrutture. Le autorità europee sono consapevoli che non potranno raggiungere gli obiettivi di neutralità carbonica senza il supporto degli investimenti privati. Considerata l’ambiziosa tabella di marcia del Green Deal nei prossimi 10 anni, questo è il momento giusto per esplorare i principali temi d’investimento. Lo sottolineano in un commento dal titolo “Colmare il deficit europeo di finanziamento delle infrastrutture verdi” Benjamin Kelly, Analista senior, Ricerca globale e Ingrid Edmund, Gestore di portafoglio senior, Investimenti in infrastrutture, di Columbia Threadneedle Investments, rilevando che uno dei fattori all’origine della crescita e dell’accelerazione del trend sostenibile è stato il forte supporto politico, soprattutto in Europa.

ENORME APPETITO PER INFRASTRUTTURE VERDI

L’Unione europea è stata una delle prime economie che si è assunta l’impegno di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050, ha i piani d’investimento più ambiziosi per la transizione verde, e alcuni osservatori stimano che potrebbe mobilitare fino a 7.000 miliardi di investimenti in infrastrutture, di cui circa 3.000 miliardi da fonti private. Gli obiettivi verdi della Ue non riguardano solo nuovi progetti, ma anche la riconversione di aree industriali. L’enorme appetito dell’Europa per infrastrutture verdi genererà senza dubbio significative opportunità d’investimento, che secondo i due esperti di Columbia attireranno sostanziose iniezioni di capitale privato…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.