Cramer dice di comprare Exxon sul ribasso

Il conduttore di Mad Money raccomanda di acquistare le azioni del colosso petrolifero statunitense “sul ribasso”

Cramer dice di comprare Exxon sul ribasso
1' di lettura

Il conduttore della CNBC Jim Cramer ha raccomandato di acquistare le azioni del colosso petrolifero Exxon Mobil Corp. (NYSE:XOM) nel caso di calo del titolo.

Cosa è successo

“Sta andando tutto bene per loro”, ha dichiarato Cramer durante il programma ‘Squawk on the Street’ della CNBC, sottolineando la forte presenza di fattori rialzisti come i dividendi, il Bacino Permiano e la riorganizzazione del consiglio di amministrazione promossa dagli investitori attivisti ESG.

ESG è l’acronimo di Environmental, Social and Corporate Governance.

“Se questo titolo scende, voglio usarlo come motivo per comprare”, ha aggiunto il presentatore del programma ‘Mad Money’.

Perché è importante

Le opinioni di Cramer assumono una certa rilevanza dato che lo scorso anno il conduttore televisivo aveva dichiarato di aver “chiuso con i combustibili fossili” e aveva paragonato le compagnie petrolifere ai titoli di tabacco.

Lunedì è emerso che l’analista di BMO Capital, Phillip Jungwirth, ha avviato la copertura sul titolo Exxon Mobil con rating Market Perform e target price di 69 dollari, osservando che Exxon ha beneficiato dell’aumento dei prezzi del petrolio e che dispone di un sistema upstream leader di mercato.

Nel frattempo, gli investitori attivisti – che hanno spinto Exxon a tagliare le spese, ad aumentare i rendimenti degli azionisti e a investire nella tecnologia delle energie rinnovabili – hanno recentemente conquistato dei posti al tavolo del consiglio di amministrazione di ExxonMobil.

Nel 2021 le azioni Exxon hanno avuto un rendimento da inizio anno pari al 53,1%, più del triplo rispetto al 16,7% dell’indice S&P 500.

Movimento dei prezzi

Le azioni Exxon Mobil hanno chiuso la sessione regolare di lunedì in ribasso dello 0,1% a 61,17 dollari e in after-hours hanno ceduto poco meno dello 0,1% a 61,16 dollari.

Foto per gentile concessione di User su Wikimedia