Disney e Starz raggiungono accordo sull’uso del brand in Brasile

Il colosso statunitense dell'intrattenimento ora potrà introdurre il suo marchio 'Star+' nel Paese

Disney e Starz raggiungono accordo sull’uso del brand in Brasile
2' di lettura

Walt Disney Co (NYSE:DIS) ha raggiunto un accordo con Starz, compagnia di proprietà di Lions Gate Entertainment (NYSE:LGF-A), che consentirà a Disney di portare avanti l’introduzione del suo servizio di streaming Star+ in Brasile.

Cosa è successo

Starz ha citato in giudizio la Disney per violazione del marchio relativamente al previsto lancio del nuovo servizio di streaming Star+ in America Latina; Starz, che offre il suo servizio di streaming StarzPlay in America Latina dal 2019, ha sostenuto che il nome Star+ fosse troppo simile al già esistente Starz e che avrebbe potuto confondere i consumatori.

Lo scorso mese un giudice di San Paolo ha emesso un ordine restrittivo temporaneo che impedirà a Disney di utilizzare il nome Star+ quando il suo servizio debutterà in Brasile il 31 agosto.

Disney ha offerto a Starz un bond da 9,5 milioni di dollari per compensare la potenziale perdita di affari basata sull’uso di marchi simili, ma il tribunale ha respinto tale offerta e ha fissato la data per il processo al 24 agosto.

Cosa potrebbe succedere

Secondo un report di Variety, Starz ha ritirato la sua ingiunzione contro Disney in Brasile ed è stato raggiunto un accordo fra le società che consentirà il lancio del nuovo servizio di streaming il 31 agosto con il marchio Star+.

I termini dell’accordo non sono stati resi noti, ma un portavoce della Disney ha dichiarato che consentirà alla società di utilizzare il nome Star+ “per il nostro servizio streaming di intrattenimento generale in tutta l’America Latina”.

Starz aveva intentato azioni legali contro la Disney anche in Argentina e Messico, ma un tribunale argentino aveva respinto la richiesta di ingiunzione di Starz, mentre i tribunali messicani devono ancora pronunciarsi sulla questione.

Il tribunale di San Paolo che ha confermato l’accordo ha dichiarato che “ciascuna delle parti sosterrà le spese processuali già effettuate e le spese legali dei rispettivi clienti, e le spese processuali rimanenti dovrebbero essere equamente divise tra le parti”.

Foto: una scena de “I tre caballeros”, classico della Disney del 1944 incentrato sull’America Latina