MassMutual, multa da $4,75mln per short squeeze GameStop

L'accusa rivolta alla consociata di Massachusetts Mutual Life Insurance sarebbe stata quella di non aver supervisionato i propri dipendenti

MassMutual, multa da ,75mln per short squeeze GameStop
2' di lettura

Una consociata della Massachusetts Mutual Life Insurance Co. ha accettato di pagare una multa di 4,75 milioni di dollari per risolvere le accuse, avanzate dalle autorità di regolamentazione dei titoli del Massachusetts, di non aver supervisionato i propri dipendenti, tra cui Keith Gill, che ha ispirato lo short squeeze delle azioni GameStop Corp. (NYSE:GME) all’inizio di quest’anno.

Cosa è successo

Il segretario del Commonwealth del Massachusetts, William Galvin, sostiene che MML Investors Services, una sussidiaria di MassMutual, non è riuscita a individuare e monitorare le attività sui social media del suo broker-dealer Gill, alias “DeepF—ingValue” su Reddit e “Roaring Kitty” su YouTube.

I post riguardanti le sue scommesse sulle azioni GameStop hanno infatti contribuito a scatenare la frenesia di acquisto del titolo all’inizio dell’anno, portando gli investitori dilettanti ad accumulare le azioni del rivenditore di videogiochi. Gill ha lavorato presso MML da aprile 2019 a gennaio 2021.

Secondo Galvin, ben due transazioni su GameStop, ognuna delle quali superava di quasi 500.000 dollari il tetto massimo di 250.000 dollari fissato dall’azienda, effettuate dal broker a gennaio, sarebbero sfuggite al radar della compagnia.

MML ha accettato di pagare una multa di 4 milioni di dollari per chiudere il caso, cui si aggiungono altri 750.000 dollari per la mancata registrazione di 478 broker-dealer nell’arco di circa cinque anni. Come se ciò non bastasse, la società dovrà sottoporsi a un controllo della conformità condotto da un organismo indipendente riguardo le sue politiche relative ai social media per i suoi broker.

Perché è importante

Gill aveva postato messaggi e video sul forum di trading WallStreetBets di Reddit e sul suo canale YouTube riguardanti suoi grossi investimenti nel titolo GameStop, senza però rivelare mai il proprio nome o la sua affiliazione con MML.

Le pubblicazioni di Gill hanno contribuito a innescare il rally di Reddit, mandando in orbita le azioni GameStop a fine gennaio. A febbraio, Gill deteneva ancora 50.000 azioni del rivenditore di videogiochi e 500 opzioni call.

Da allora, il titolo GameStop continua a riscuotere un vasto interesse da parte degli investitori al dettaglio. Da inizio anno, i guadagni del titolo hanno subito un’impennata di quasi il 995,4%.

Movimento dei prezzi

Le azioni GameStop hanno chiuso la sessione regolare di giovedì in rialzo dello 0,9% a 206,37 dollari, salvo cedere lo 0,5% nell’after-market, attestandosi a 205,30 dollari.

Foto per gentile concessione di JJBers tramite Flickr