Cina, aggregatori di dati sulle cripto non più disponibili

Gli internauti cinesi non potranno più accedere ai principali siti che offrono informazioni su valute digitali quali Bitcoin ed Ethereum

Cina, aggregatori di dati sulle cripto non più disponibili
2' di lettura

La Cina ha bloccato due dei più famosi siti web di dati sulle criptovalute: CoinMarketCap e CoinGecko.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

Benzinga ha confermato che nelle prime ore di martedì CoinMarketCap.com e CoinGecko.com erano inaccessibili in Cina.

Questi siti web forniscono informazioni sui prezzi e dati sulla capitalizzazione di mercato di criptovalute come Bitcoin (CRYPTO:BTC), Ethereum (CRYPTO:ETH) e Dogecoin (CRYPTO:DOGE).

I test sono stati effettuati utilizzando strumenti forniti da comparitech.com e greatfire.org, i quali hanno confermato che entrambi i siti web ora si trovano dietro al cosiddetto Great Firewall cinese; la notizia era stata precedentemente riportata da The Block.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

CN Wire, investitore e osservatore della Cina, ha dichiarato su Twitter che gli indirizzi IP cinesi non sono in grado di accedere nemmeno a TradingView.

Utilizzando il tool greatfire.org, Benzinga ha confermato che il sito web è sotto censura in Cina, mentre comparitech.com ha etichettato il sito Web come bloccato.

Perché è importante TM Lee, fondatore di CoinGecko, ha dichiarato che i siti di dati non hanno attivamente bloccato l’accesso agli IP cinesi, ma piuttosto si è trattato di una mossa dell’agenzia cinese per la censura di Internet, secondo The Block.

“Per quanto ne sappiamo, non abbiamo bloccato in modo proattivo”, ha detto Lee.

La banca centrale cinese, la People’s Bank of China, venerdì ha ribadito il suo avvertimento sugli asset virtuali come le criptovalute.

Lunedì il mercato delle criptovalute ha ampiamente minimizzato l’ultima salva della banca centrale cinese.

Gli exchange basati sulla finanza decentralizzata sono attualmente sotto i riflettori e hanno registrato un incremento dell’utilizzo dopo il giro di vite sulle criptovalute deciso da Pechino.
Criptovaluta