Pre-market: futures USA in ribasso, attesa meeting Fed

Un’occhiata ai mercati: si attendono le trimestrali di Pfizer, T-Mobile, BP e Under Armour

Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi risultavano in leggero calo dopo aver raggiunto i massimi record nella sessione precedente; il Federal Open Market Committee, o FOMC (Comitato Federale per il Mercato Aperto), inizierà oggi la sua riunione di due giorni. Gli investitori sono in attesa dei risultati degli utili di Pfizer Inc. (NYSE:PFE), T-Mobile Us Inc (NYSE:TMUS), BP plc (NYSE:BP) e Under Armour (NYSE:UAA).

I futures sull’indice Dow Jones erano in calo di 33 punti, attestandosi a 35.767, quelli sull’S&P 500 cedevano 4,75 punti a quota 4.601 e i futures sul Nasdaq 100 perdevano 32,50 punti, a 15.861,75.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 46.931.280 contagi e circa 767.430 vittime; intanto l’India ha registrato un totale di almeno 34.285.810 casi di COVID-19, mentre il Brasile ne ha confermati oltre 21.814.690.

Prezzi del petrolio contrastati, coi futures sul Brent in aumento dello 0,2% a 84,87 dollari al barile; i futures sul WTI registrano invece un calo dello 0,1% a 83,98 dollari al barile. Il report dell’American Petroleum Institute sulle scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti sarà pubblicato nel corso della giornata.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei hanno aperto perlopiù in ribasso: l’indice spagnolo Ibex perdeva lo 0,3%, lo STOXX Europe 600 e l’indice francese CAC 40 arretravano entrambi dello 0,2%, il FTSE 100 di Londra era in calo dello 0,3% e il tedesco DAX 30 faceva segnare +0,2%. Ad ottobre l’indice PMI manifatturiero di IHS Markit per l’Eurozona è sceso a 58,3 da una lettura iniziale di 58,5. Nel mese di ottobre il PMI manifatturiero di IHS Markit per la Spagna è sceso a 57,4, registrando il livello più basso da marzo. Ad ottobre il PMI manifatturiero della Germania è stato rivisto al ribasso a 57,8 da un livello preliminare di 58,2. Sempre ad ottobre, l’indice PMI manifatturiero dell’Italia è salito a 61,1, raggiungendo il livello più alto da giugno. Ad ottobre l’indice PMI manifatturiero della Francia è sceso a 53,6.

I listini asiatici hanno terminato gli scambi in rosso: l’indice giapponese Nikkei 225 ha ceduto lo 0,43%, l’Hang Seng di Hong Kong è arretrato dello 0,31%, il cinese Shanghai Composite ha perso l’1,1%, l’indice australiano S&P/ASX 200 ha avuto una flessione dello 0,6% e l’indiano BSE Sensex ha fatto segnare -0,1%. Ad ottobre il disavanzo commerciale dell’India è balzato a 19,9 miliardi di dollari dai 9,2 miliardi registrati nello stesso periodo dell’anno scorso.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Raymond James hanno declassato il titolo Chegg, Inc. (NYSE:CHGG) da Outperform a Market Perform.

Negli scambi pre-market le azioni Chegg sono precipitate del 31,7% a 42,85 dollari.

Ultime notizie

  • McKesson Corporation (NYSE:MCK) ha riportato risultati del secondo trimestre migliori del previsto e ha alzato la guidance sugli utili per l’anno fiscale 2022.
  • Rivian Automotive Inc, produttore di veicoli elettrici sostenuto da Amazon.com, Inc (NASDAQ:AMZN) e Ford Motor Co (NYSE:F), intende raccogliere circa 8,4 miliardi di dollari tramite offerta pubblica iniziale.
  • Arista Networks Inc (NYSE:ANET) ha riportato risultati del terzo trimestre migliori del previsto e ha pubblicato solide previsioni di vendita per il quarto; inoltre, la società ha annunciato un frazionamento azionario con rapporto 4:1 e ha rivelato un piano di buyback da 1 miliardo di dollari.
  • La Food and Drug Administration ha accettato di rivedere la domanda per l’immissione in commercio presentata da Incyte Corporation (NASDAQ:INCY) per parsaclisib nel trattamento del linfoma follicolare recidivante o refrattario (FL), del linfoma della zona marginale (MZL) e del linfoma a cellule mantellari (MCL).