Ripple, l’azienda lancia l’hub di liquidità

Il Ripple Liquidity Hub permetterà di acquistare e vendere Bitcoin, Ethereum e altre cripto; prevista anche l'offerta di prodotti DeFi 

Ripple, l’azienda lancia l’hub di liquidità
1' di lettura

Ripple, startup fintech con sede a San Francisco, martedì ha annunciato il lancio di un nuovo servizio, il Ripple Liquidity Hub.

Il Ripple Liquidity Hub consentirà ai suoi clienti di acquistare e vendere Bitcoin (CRYPTO:BTC), Ethereum (CRYPTO:ETH), XRP, Litecoin (NYSE:LTC) e Bitcoin Cash (NYSE:BCH).



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Nel corso del prossimo anno Ripple mira anche a offrire token non fungibili (NFT); secondo Ripple, la funzionalità è in versione beta, ma dovrebbe essere lanciata nel 2022.

Inoltre, mercoledì l’azienda ha annunciato che prevede di offrire servizi di staking e di investimento in criptovalute, nonché altri prodotti associati alla finanza decentralizzata (DeFi).

Ripple collaborerà con Coinme come primo partner del nuovo servizio.

La società sta anche valutando la possibilità di ottenere liquidità dagli exchange decentralizzati (DEX).

“Avevamo molta esperienza nel connettere i nostri clienti che volevano spostare denaro oltre confine sfruttando gli exchange di criptovalute”, ha dichiarato Asheesh Birla, general manager di RippleNet.

“Poi abbiamo iniziato a sentire i nostri clienti, che hanno detto: ‘Ehi, da te abbiamo acquistato liquidità per i pagamenti transfrontalieri; possiamo comprare anche liquidità cripto in termini di capacità di acquistare Bitcoin, Ethereum e altri asset per i nostri clienti?’”, ha aggiunto Birla.

Ripple commercializza XRP alle società finanziarie, aiutandole a fornire pagamenti internazionali con prodotti di liquidità on-demand.

Secondo i dati di CoinMarketCap, XRP è la settima maggior valuta digitale a livello globale, con quasi 60 miliardi di dollari di token in circolazione.

Foto: sito web di Ripple