Edward Snowden: ho usato Bitcoin per la fuga di dati

L’informatico, attivista e whistleblower statunitense ha rivelato di aver pagato in Bitcoin i server che hanno reso possibile il leak delle informazioni riservate quasi dieci anni fa

Edward Snowden: ho usato Bitcoin per la fuga di dati dall’NSA
2' di lettura

Domenica l’ex agente della CIA e informatore Edward Snowden ha rivelato di aver usato Bitcoin (CRYPTO:BTC) per agevolare l’emersione di documenti governativi classificati nel 2013.

Cosa è successo

“Conosci tutta la storia dell’NSA di quasi DIECI ANNI FA? Ho pagato i server che lo hanno reso possibile… usando Bitcoin”, ha rivelato Snowden ai suoi 5 milioni di follower su Twitter.

Senza menzionare alcun nome specifico, Snowden si è poi rivolto ai “facoltosi venture capitalist” che mettono in guardia dall’investire in Bitcoin mentre pubblicizzano “monete spazzatura centralizzate” di cui detengono una quota significativa.

“Se mai dovesse capitarti, non essere quel tipo di persona; se lo sei, cambia”, ha detto Snowden.

I commenti di Snowden hanno attirato le risposte di numerosi operatori di mercato, tra cui il co-fondatore di Dogecoin (CRYPTO:DOGE) Billy Markus, che ha dichiarato: “Chiunque non sia un idiota in questo settore rispetta Bitcoin per quello che è”.

“Non sono mai stato un fan delle monete a tema canino”, ha dichiarato Snowden, sostenendo che ciò è in parte dovuto alla sua natura di “criticone senza senso dell’umorismo” e in parte al fatto che crede che molte persone convinte le scambieranno per un investimento e si faranno male.

Comunque, Snowden ha proseguito osservando che ha molto più rispetto per persone come Markus, che ammette di aver creato Dogecoin per scherzo, piuttosto che per coloro che lo considerano “estremamente serio” e che lanciano missioni verso la luna finanziate in DOGE.

Si presume che Snowden si riferisca al CEO di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) Elon Musk, il quale a maggio ha annunciato che l’anno prossimo SpaceX lancerà un satellite Doge-1 sulla luna.

Movimento dei prezzi

Al momento della pubblicazione, Bitcoin era in calo giornaliero del 3,88% a 57.787 dollari.

Foto di Executium su Unsplash