Ethereum e Shiba Inu eclissano Bitcoin e Dogecoin

Ci prepariamo a vivere una stagione “esplosiva” per le altcoin?

Ethereum e Shiba Inu eclissano Bitcoin e Dogecoin
3' di lettura

Diverse altcoin, inclusa Ethereum (CRYPTO:ETH), martedì sera hanno mostrato un andamento vivace, con la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute che è cresciuta dell’1,24% a 2.650 miliardi di dollari.

Cosa è successo

La seconda criptovaluta al mondo per capitalizzazione di mercato ha registrato un rialzo giornaliero del 5,86% a 4.706,67 dollari; negli ultimi sette giorni ETH ha guadagnato il 7,63%.


Performance relativamente piatta per Bitcoin (CRYPTO:BTC), che nelle ultime 24 ore ha ceduto lo 0,32% a 57.401,26 dollari; negli ultimi sette giorni la principale criptovaluta al mondo ha perso lo 0,58%.

Anche la criptovaluta meme Dogecoin (CRYPTO:DOGE) ha avuto un andamento invariato, con un rialzo giornaliero dello 0,03% a 0,22 dollari; negli ultimi sette giorni DOGE ha fatto segnare -4,5%.

Shiba Inu, il sedicente killer di DOGE, nelle ultime 24 ore ha avuto un aumento del 9,53% a 0,00004795 dollari; negli ultimi sette giorni SHIB ha guadagnato il 14,3%. Shiba Inu è risultata una delle prime quattro criptovalute in base alla performance giornaliera, secondo i dati di CoinMarketCap.

Le tre coin che hanno mostrato i maggiori rialzi nelle ultime 24 ore sono state Stacks, Terra e Voyager Token: Stacks ha avuto un’impennata del 33,42% a 3,01 dollari, Terra è balzata dell’11,96% a 57,36 dollari e Voyager Token ha guadagnato l’11,56% a 4,70 dollari.

Perché è importante

Ethereum e un certo numero di altre altcoin hanno sovraperformato Bitcoin nelle ultime 24 ore, creando entusiasmo intorno a queste.

Il trader di criptovalute Michaël Van De Poppe ha twittato che il primo trimestre del 2022 “sarà esplosivo” in relazione alle altcoin.

La forza mostrata da ETH e Binance Coin è stata sottolineata dalla società di analisi indipendente Delphi Digital, che ha dichiarato che queste sono le monete “a cui gli acquirenti sono maggiormente interessati”.

“Se e quando la marea girerà a favore dei rialzisti, è probabile che queste monete sovraperformeranno altre mega cap nella top 10”, ha scritto Delphi Digital in una nota inviata via email.

Grafico che indica il movimento dei prezzi normalizzato dei primi 10 asset di criptovaluta — Per gentile concessione di Delphi Digital

Sempre secondo Delphi Digital, la volatilità implicita su base forward a 30 giorni, misurata dall’indice DVOL, negli ultimi giorni si è ridotta; l’indice sale in periodi di sconvolgimenti, come le attuali apprensioni legate al coronavirus.

Grafico che monitora la volatilità implicita — Per gentile concessione di Delphi Digital

Nel frattempo i dati tecnici su Bitcoin sembrano ritrarre un quadro salutare, con la principale criptovaluta al mondo che forse si prepara a ritestare il massimo storico, ha osservato Marcus Sotiriou, sales trader presso la società britannica di intermediazione di asset digitali GlobalBlock.

“Bitcoin sembra formare un pattern a cuneo discendente, che storicamente è rialzista e che ha una maggiore probabilità di rottura al rialzo rispetto al ribasso”, ha osservato Sotiriou in una nota vista da Benzinga.

Grafico BTC/USD analizzato da Marcus Sotiriou — Per gentile concessione di GlobalBlock

Sotiriou ha osservato che il rimbalzo del fine settimana è stato sostenuto dal mercato spot e non dalla leva finanziaria, il che indica la “salutare condizione” del mercato.

Leggi anche: Bitcoin, nel 2021 regolati pagamenti per $ 45.000 miliardi