Per Citi, Cina e Giappone sono i migliori mercati in Asia

Ken Peng di Citi consiglia di puntare sulla Cina, che sta allentando la sua politica monetaria, e sul Giappone, il più economico tra i mercati sviluppati

Per Citi, Cina e Giappone sono i migliori mercati in Asia
1' di lettura

Ken Peng di Citi Private Bank è intervenuto alla CNBC affermando che la Federal Reserve ha promesso di rispondere all’inflazione in modo molto aggressivo.

La Fed si prepara a concludere il tapering il mese prossimo, con il rialzo dei tassi previsto per il mese di marzo.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Peng ha osservato che i mercati asiatici si trovano in una “posizione leggermente migliore” di quello statunitense poiché il tasso di inflazione è più mite e le banche centrali di quest’area non sono così nervose come la banca centrale degli Stati Uniti.

La Cina allenterà la sua politica monetaria e prevede maggiori flussi positivi dopo il periodo di festività; Cina e Giappone rappresentano le prime scelte della banca nell’area asiatica, poiché il Giappone è il più economico tra i mercati sviluppati, ha aggiunto Peng.

Movimento dei prezzi

Venerdì l’indice giapponese Nikkei 225 ha guadagnato il 2,09% chiudendo a 26.717,34 punti, mentre il cinese Shanghai Composite ha perso lo 0,97% attestandosi a 3.361,44; il mercato azionario statunitense ha chiuso per lo più in calo, con il Nasdaq Composite che giovedì ha ceduto l’1,4%.

Foto di Ben Parker su Unsplash