USA, sta ai cittadini scegliere come proteggersi dal Covid

Secondo il Wall Street Journal, i funzionari federali e locali lasceranno che le persone valutino individualmente la necessità di dosi di richiamo, mascherine e altro 

USA, sta ai cittadini scegliere come proteggersi dal Covid
2' di lettura

Nell’ultima fase della pandemia di COVID-19, i funzionari federali e locali statunitensi lasceranno alle persone il compito di valutare se avranno bisogno di dosi di richiamo, se indossare una mascherina e per quanto tempo isolarsi dopo un test positivo, scrive il Wall Street Journal.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Le persone di età pari o superiore a 50 anni potranno ricevere la dose di richiamo aggiuntiva almeno quattro mesi dopo la prima; tuttavia le autorità sanitarie non spingeranno chi è idoneo a farsi vaccinare.

I funzionari statunitensi stanno ancora osservando da vicino il virus; gli stati e i governi locali stanno monitorando i dati sulle acque reflue e contando i ricoveri e i casi; parallelamente, il governo federale sta valutando l’acquisto di vaccini e cure, inoltre potrebbero tornare le restrizioni qualora i casi di COVID-19 dovessero aumentare di nuovo.

Alcuni esperti hanno affermato che la rinuncia a un appoggio esplicito alla seconda dose di richiamo da parte del governo è una scelta saggia, visti i pochi dati disponibili.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il secondo booster diventa una decisione individuale rispetto alle dosi precedenti perché esperti medici e funzionari federali non concordano sul fatto che l’obiettivo della vaccinazione anti-Covid sia quello di ridurre le malattie gravi o prevenire le infezioni, ha affermato il dott. Wen.

A causa di un aumento dei casi, alcuni Paesi stanno distribuendo seconde dosi di richiamo; in Israele, i primi dati suggeriscono che una quarta dose di vaccino può aumentare gli anticorpi contro il COVID-19, ma non abbastanza per prevenire le infezioni da Omicron.

Ora i funzionari sanitari lasceranno alle persone il compito di valutare per quanto tempo isolarsi dopo un test risultato positivo.

Secondo quanto affermato, alcuni esperti di salute pubblica sono preoccupati che l’onere supplementare del secondo booster possa anche mettere a repentaglio la salute delle persone con un sistema immunitario indebolito o compromesso oppure coloro che non sono idonei a vaccinarsi, come i bambini sotto i 5 anni.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.

Foto di torstensimon da Pixabay