Apple svela il visore AR/VR ai propri dirigenti

Il consiglio di amministrazione di Apple ha testato il nuovo prodotto della società. Il colosso di Cupertino spera davvero che un giorno il visore AR/VR possa sostituire l’iPhone?  

Apple svela il visore AR/VR ai propri dirigenti
2' di lettura

La scorsa settimana Apple Inc (NASDAQ:AAPL) ha fornito al suo consiglio di amministrazione un’anteprima del suo attesissimo visore per realtà mista, il che ha portato alcuni a ipotizzare che il prodotto potrebbe essere svelato già quest’anno. 

Cosa è successo

Secondo un report di Bloomberg che cita alcune fonti vicine alla questione, la scorsa settimana i dirigenti Apple avrebbero testato una versione dell’attesissimo visore AR/VR dell’azienda, suggerendo che lo sviluppo del prodotto è giunto ad un importante stato di avanzamento. 



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Secondo quanto riferito, Apple avrebbe anche accelerato lo sviluppo di rOS, o sistema operativo di realtà, il software che dovrebbe alimentare il dispositivo AR/VR.

Queste informazioni sono in linea con gli sviluppi di febbraio, quando la community degli sviluppatori Apple aveva alimentato le speculazioni su un nuovo sistema operativo dopo aver trovato nuovi riferimenti a ‘RealityOS’ nei log di caricamento dell’App Store e nel codice open source di Apple.

Perché è importante 

Steve Kovach, un corrispondente tecnico della CNBC che si occupa di Apple, si è espresso sui report poco dopo Bloomberg. 

“Basandomi solo sulla mia conoscenza di come Apple fa queste cose, non sarei sorpreso se lo vedessimo uscire questo autunno con l’evento iPhone e poi in realtà andare in vendita circa sei mesi dopo, all’inizio del 2023″, ha dichiarato Kovach giovedì pomeriggio alla CNBC.

Ha osservato che Apple si è rifiutata di commentare il report, ma si è espresso sulla questione in base alle cronache precedenti: secondo Kovach, la società spera che un giorno il suo visore possa sostituire l’iPhone.

“Tutti chiedono: ‘Cosa c’è dopo l’iPhone? Cosa c’è dopo l’iPhone?’ Potrebbe esserci questo”, ha affermato Kovach. 

Movimento dei prezzi di AAPL

Alla fine della sessione di giovedì le azioni Apple erano in calo del 2,38% a 137,47 dollari. Dati di Benzinga Pro.

Foto: su Flickr

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.