I Megapack Tesla verranno usati per minare Bitcoin

L’annuncio giunge in seguito alla partnership siglata ad aprile tra Tesla, Block e la società di tecnologia blockchain Blockstream. Ecco i dettagli

I Megapack Tesla verranno usati per minare Bitcoin
2' di lettura

L’azienda leader nel settore delle auto elettriche Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) aiuterà due aziende a minare Bitcoin (CRYPTO:BTC). Ecco i dettagli.

Cosa è successo

Ad aprile è stata annunciata una partnership tra Tesla, Block Inc (NYSE:SQ) e Blockstream per utilizzare i Megapack di Tesla.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Un impianto open source per il mining di Bitcoin utilizzerà un parco solare e un sistema di Megapack per fornire l’energia necessaria a minare i Bitcoin.

I primi quattro Megapack sono stati recentemente consegnati presso la struttura in Texas, come riportato da Electrek; questo sarà il primo impianto per il mining di Bitcoin a utilizzare l’energia solare e la potenza delle batterie Tesla come fonte di energia in forma di partnership tra la casa automobilistica e la società energetica.

“I Megapack sono atterrati. Ripetiamo: i Megapack sono atterrati!”, ha dichiarato Blockstream con un tweet.

La società ha affermato che la struttura a emissioni zero rinnovabile al 100% per il mining di Bitcoin “è stata appena avviata”.

Blockstream ha anche lanciato un token che ha permesso di raccogliere circa 40 milioni di dollari; il finanziamento ha contribuito a coprire i costi per l’impianto di mining e inoltre offre ai possessori dei token un investimento nel successo del progetto.

Perché è importante

La partnership con Blockstream vede dunque la collaborazione di due importanti aziende quotate in Borsa che hanno Bitcoin nel loro bilancio per riuscire a minare criptovaluta.

A febbraio 2021 Tesla ha investito 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin; nel primo trimestre dell’anno scorso la casa automobilistica ha poi venduto 272 milioni di dollari di criptovaluta. Il CEO Elon Musk ha affermato di aver fatto questa scelta per dimostrare la liquidità dell’asset. Alla fine del trimestre riportato di recente, Tesla aveva in bilancio 1,26 miliardi di dollari in asset digitali.

Tesla in precedenza aveva iniziato ad accettare Bitcoin come forma di pagamento per i suoi veicoli, prima di sospendere l’opzione a causa dei timori per l’uso di combustibili fossili nel mining di Bitcoin; fornire l’energia solare necessaria a minare i Bitcoin in Texas potrebbe aiutare Tesla a rispondere a tali preoccupazioni e a far sì che l’azienda torni ad accettare Bitcoin per l’acquisto dei suoi veicoli.

Movimento dei prezzi 

Giovedì mattina le azioni Tesla erano in aumento del 5,49% a 695,95 dollari e Bitcoin scambiava a 29.227,71 dollari.

Foto per gentile concessione di Tesla Inc.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.