Hong Kong, calano i titoli tecnologici ma Nio è in verde

Le azioni delle società cinesi quotate negli Stati Uniti sono in territorio negativo a Hong Kong nella mattina di giovedì (tranne Nio). Vediamo i motivi

Hong Kong, calano i titoli tecnologici ma Nio è in verde
2' di lettura

Giovedì mattina le azioni delle società cinesi quotate negli Stati Uniti si sono mosse prevalentemente in calo a Hong Kong, con i titoli tecnologici che hanno registrato importanti ribassi.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Alibaba Group Holding (NYSE:BABA), JD.com Inc (NASDAQ:JD), Baidu Inc (NASDAQ:BIDU) e Tencent Holdings (OTC:TCEHY) hanno perso molto terreno, così come i produttori di auto elettriche Li Auto Inc (NASDAQ:LI) e Xpeng Inc (NYSE:XPEV), sebbene Nio Inc (NYSE:NIO) si sia mosso in controtendenza.

Performance giornaliera a Hong Kong dei titoli cinesi quotati negli USA
Titoli Movimento (+/-)
Alibaba -2,96%
JD.com -0,80%
Baidu -0,50%
Tencent -1,22%
Nio +0,65%
Li Auto -0,69%
Xpeng -2,58%

Le azioni di queste società cinesi hanno chiuso contrastate sui mercati azionari statunitensi.

Riepilogo dei mercati globali

Al momento della pubblicazione, l’indice Hang Seng era in calo di quasi il 2% a seguito dei deboli segnali a livello globale.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

In rosso anche l’indice australiano ASX 200, l’SSE Composite di Shanghai e il giapponese Nikkei 225.

I fattori macroeconomici

Bloomberg ha riferito che Hong Kong tornerà ad adottare le sue misure COVID-Zero più severe poiché si registra una recrudescenza del coronavirus con le nuove sotto-varianti di Omicron; Hong Kong sta costringendo i pazienti con infezioni anche lievi e i loro contatti stretti a stare in quarantena centralizzata per domare qualsiasi diffusione.

Secondo il South China Morning Post, l’importante banca d’investimento China International Capital Corporation e Citic Securities hanno affermato che una spesa al consumo più debole dovuta alle ricadute dei lockdown nella città rappresenterà il rischio maggiore per gli utili delle big tech quest’anno.

Durante le prime ore della sessione asiatica i prezzi del petrolio erano in calo, con i future sul Brent in rosso del 2,24% a 113,69 dollari al barile, dopo che il Financial Times ha riferito che l’Arabia Saudita è pronta a pompare più greggio qualora la produzione russa dovesse diminuire.

Le aziende in prima pagina

Eddie Leung, analista di BofA Securities, ha mantenuto il rating Buy su JD.com e il target price di 76 dollari.

Tencent ha smesso di garantire un aumento di stipendio al momento della promozione poiché l’azienda di maggior valore della Cina ha adottato una campagna generale di riduzione dei costi; la decisione è stata presa dopo che gli utili del 1° trimestre di Tencent si sono dimezzati su base annua e i ricavi sono rimasti stagnanti.

I produttori di auto elettriche Nio, XPeng e Li Auto sembrano aver registrato una ripresa a maggio, con la Cina che ha iniziato a consentire una ripresa limitata delle attività; nel mese appena terminato le consegne di Nio sono aumentate solo del 4,7% rispetto all’anno precedente, mentre XPeng e Li Auto hanno registrato aumenti annuali rispettivamente del 78% e del 165,9%.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.