Pre-market: futures USA in calo, attesa per dati lavoro

Un’occhiata ai mercati da Benzinga: gli investitori attendono la pubblicazione dei dati sugli stipendi del settore non agricolo negli USA

Pre-market: futures USA in calo, attesa per dati lavoro
3' di lettura

Movimenti in pre-market

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi erano in calo dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones era balzato di oltre 400 punti. Gli investitori attendono la pubblicazione dei dati sul lavoro per il mese di maggio.

Si prevede che a maggio gli stipendi del settore non agricolo abbiano registrato una crescita di 325.000 unità rispetto al +428.000 di aprile; inoltre, gli analisti stimano che a maggio il tasso di disoccupazione sia sceso al 3,5% dal 3,6% di aprile. L’indice PMI servizi degli Stati Uniti per maggio sarà pubblicato alle ore 9:45 ET; l’indice dei servizi ISM per maggio verrà diffuso alle 10:00 ET. Lael Brainard, membro del Board dei governatori della Federal Reserve, parlerà alle 10:30 ET.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Nel frattempo i futures sull’indice Dow Jones cedevano 77 punti attestandosi a 33.146 e quelli sull’S&P 500 scendevano di 14 punti a quota 4.161,25; i futures sul Nasdaq 100 mostravano un calo di 75 punti a 12.818,75.

I prezzi del petrolio erano in ribasso, coi futures sul Brent che segnavano -0,6% a 116,94 dollari al barile; i futures sul WTI erano in calo dello 0,7% a 116,11 dollari al barile. Il report di Baker Hughes Inc. sul numero di piattaforme petrolifere attive nell’area nordamericana per la scorsa settimana sarà pubblicato alle ore 13:00 ET.

Attualmente gli Stati Uniti registrano il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 86.271.280 contagi e circa 1.032.860 vittime; intanto l’India registra un totale di almeno 43.169.590 casi di COVID-19, mentre il Brasile ne ha confermati oltre 31.101.290.

Leggi anche: Quali azioni comprano gli insider?

Uno sguardo agli indici delle borse mondiali

Borse europee

Oggi i listini europei hanno avviato le contrattazioni in rialzo. L’indice STOXX Europe 600 e l’indice spagnolo Ibex 35 salivano dello 0,1%, l’indice francese CAC 40 era in aumento dello 0,2% e il tedesco DAX segnava +0,3%. Ad aprile le vendite al dettaglio nell’Eurozona sono diminuite dell’1,3% su base mensile, registrando il primo calo di quest’anno. Per il mese di maggio, l’indice PMI servizi S&P Global dell’Eurozona è stato rivisto al ribasso a 56,1 rispetto a una lettura preliminare di 56,3, il PMI servizi S&P Global della Germania è stato rivisto al ribasso a 55 rispetto a una lettura preliminare di 56,3, il PMI servizi dell’Italia è sceso a 53,7 da 55,7 del mese precedente, il PMI servizi della Francia si è contratto a 58,3 da 58,9 di aprile e il PMI servizi della Spagna è sceso a 56,5 da 57,1 di aprile.

Mercati asiatici

I mercati asiatici hanno chiuso prevalentemente in rialzo. L’indice giapponese Nikkei ha guadagnato l’1,27%, l’indice australiano S&P/ASX 200 è salito dello 0,9% mentre l’indiano BSE Sensex ha segnato -0,1%. Per il mese di maggio, l’indice PMI servizi del Giappone fornito dalla au Jibun Bank è stato rivisto al rialzo a 52,6 da un livello preliminare di 51,7 mentre l’indice PMI servizi dell’Australia è sceso a 53,2 da una lettura finale di 56,1 ad aprile.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Credit Suisse hanno alzato il rating del titolo Ecolab Inc. (NYSE:ECL) da Neutral ad Outperform e hanno alzato il target price da 180 a 195 dollari.

In pre-market le azioni di Ecolab erano in aumento dello 0,4% a 173,80 dollari.

Ultime notizie

  • Lululemon Athletica Inc. (NASDAQ:LULU) ha riportato risultati del secondo trimestre migliori del previsto e ha migliorato la guidance per l’intero anno. In after-market le azioni Lululemon sono salite del 2,1% a 309 dollari.
  • Giovedì The Cooper Companies, Inc. (NYSE:COO) ha riportato utili sottotono per il secondo trimestre.
  • RH (NYSE:RH) ha riportato risultati del primo trimestre migliori del previsto, ma prevede che il fatturato netto del secondo trimestre scenderà dell’1-3%; inoltre, il consiglio di amministrazione della società ha aggiunto 2 miliardi di dollari al suo programma di buyback.
  • Palantir Technologies, Inc. (NYSE:PLTR) si è impegnata a sostenere l’Ucraina dilaniata dalla guerra mentre il Paese continua a combattere l’invasione russa in corso.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.