Michael Burry: i rendimenti aumentano per questo motivo

L'analista di "Big Short" Michael Burry spiega perché, nonostante le preoccupazioni deflazionistiche, i rendimenti continuano a salire.

Michael Burry: i rendimenti aumentano per questo motivo
2' di lettura

L’investitore di «Big Short» Michael Burry ha sottolineato nel suo tweet ora cancellato che l’aumento dei rendimenti su tutta la curva nonostante una previsione diffusa di una possibile deflazione è probabilmente collegata alla stretta quantitativa.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

«Se tutti prevedono la deflazione a causa di segnali evidenti e i tassi continuano a crescere rapidamente su tutta la curva, cosa significa? Deve essere QT che sta entrando in azione. Settembre è il primo mese da 90 miliardi di dollari», ha twittato Burry.

Cosa significa

La stretta quantitativa, l’inverso del quantitative easing, indica la pratica in cui una banca centrale tenta di ridurre il proprio bilancio scaricando le obbligazioni o i titoli del tesoro che detiene.La Federal Reserve ha iniziato a ridurre le dimensioni del suo bilancio da 9 trilioni di dollari di circa 90 miliardi di dollari al mese a partire da settembre.

Con l’aumento dell’offerta di titoli del tesoro nel mercato aperto a causa della stretta quantitativa della Fed, i rendimenti tendono ad essere colpiti dalla stretta. Questo potrebbe essere un motivo, come ha sottolineato Burry, per cui i rendimenti stanno aumentando su tutta la curva nonostante tutti i discorsi sulla deflazione.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Sulla rapidità

Burry ha anche twittato sull’aumento della velocità citando uno scenario del 1978-79. «La velocità è il PIL nominale /l’offerta di moneta (qui M2). QT+ tassi più elevati iniziano a spingere M2 verso il basso. Eppure stiamo assistendo a un aumento di velocità, che emerge dall’oscurità narrativa. Nel 1978-79, l’aumento della velocità superò il calo dell’offerta di moneta, spingendo l’inflazione sempre più in alto. Una riduzione sarebbe scioccante».

Movimento dei prezzi

Gli asset a reddito fisso tendono di solito a sottoperformare durante un regime di tassi di interesse in aumento. L’ETF Vanguard Total Bond Market Index Fund (NASDAQ:BND) e l’ETF i Shares Core US Aggregate Bond (NYSE:AGG) hanno perso oltre il 5% in un mese.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azioni, breakout, criptovalute e opzioni