Bankitalia boccia la manovra del governo: “Sul contante porta indietro il Paese”

Bankitalia boccia la manovra del governo: "Sul contante porta indietro il Paese"
1' di lettura

In audizione davanti alle commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato, un esperto della Banca d’Italia ha sottolineato il rischio di favorire evasione e criminalità con l’uso dei contati. Promosso il reddito di cittadinanza

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Tetto al contante, pagamenti elettronici, reddito di cittadinanza. Sono solo alcuni dei temi toccati da Fabrizio Balassone, capo del servizio struttura economica del Dipartimento economia e statistica della Banca d’Italia, nel corso dell’audizione davanti alle commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato. Tema centrale dell’audizione: l’ultima legge di bilancio, che già a livello politico aveva sollevato non poche polemiche.

IL NODO CONTANTI

Dopo aver ricordato l’importanza del Pnrr per la crescita economia e, di riflesso, per il miglioramento della finanza pubblica, Balassone ha passato in rassegna i temi più rilevanti dell’ultima manovra finanziaria, il cui valore è stimato da Bankitalia in 39,2 miliardi di euro. Uno dei passaggi più importanti è stato quello dedicato al contante, dopo l’innalzamento del tetto per i pagamenti in contanti e il limite dei 60 euro sotto il quale i commercianti possono rifiutare i pagamenti elettronici…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.