Acquisti Insider della settimana: Peloton, ITW e altri

Internal dealing
3' di lettura

L’insider buying (ovvero l’acquisto di titoli di una compagnia da parte di soggetti interni alla stessa) può essere un segnale incoraggiante per i potenziali investitori.

Questa settimana, uno dei titoli più “chiacchierati” ha visto uno dei suoi proprietari effettivi incrementare la sua quota di partecipazione.

Inoltre, alcuni insider (soggetti interni ad una compagnia) hanno effettuato acquisti sulla scia dei resoconti degli utili.

La saggezza convenzionale vuole che gli insider e i proprietari di una quota di almeno il 10% di una società comprino le azioni della stessa per un solo motivo: credono che il prezzo del titolo salirà, e vogliono trarne profitto. Per questo motivo, l’internal buying può rappresentare un segnale incoraggiante per i potenziali investitori, soprattutto nei periodi di incertezza.

Malgrado la volatilità generale del mercato e le difficoltà economiche globali, gli insider hanno continuano ad aggiungere azioni della loro società al loro portafoglio.

Ecco alcuni degli acquisti insider più interessanti pubblicati la scorsa settimana.

Peloton Interactive

Uno investitore di Peloton Interactive Inc (NASDAQ: PTON) con una quota del 10% ha aggiunto alla sua partecipazione 150.000 azioni di questo fornitore di prodotti per il fitness. Ad un prezzo per azione di 33,40 dollari, la transazione è ammontata a 5,01 milioni di dollari. Lo stesso beneficiario ha acquistato anche 50.000 azioni ad aprile.

Gli analisti mantengono una posizione rialzista sul titolo PTON, che ha chiuso le operazioni di mercato della settimana scorsa a 43 dollari per azione, per cui l’acquisto sopra menzionato sembra esser stato tempestivo.

Il prezzo delle azioni è aumentato di oltre il 95% rispetto al minimo di quest’anno, segnato a marzo.

Univar Solutions

Univar Solutions Inc (NYSE: UNVR) ha visto il suo direttore finanziario (CFO) acquistare 250.000 azioni della società chimica statunitense la scorsa settimana, a un prezzo medio di 13,33 dollari per azione. La transazione è costata al dirigente più di 3,3 milioni di dollari, e si è svolta secondo un piano di compravendita di titoli stabilito a febbraio, in conformità alla regola n° 10b5-1 della Securities and Exchange Commission, o SEC (Commissione Titoli e Cambi).

Univar ha recentemente nominato un nuovo presidente del consiglio di amministrazione, e si appresta a pubblicare il resoconto degli utili questa settimana. Il titolo ha chiuso la scorsa seduta settimanale a 15,05 dollari, ben al di sopra del prezzo di acquisto effettuato dal CFO. Le azioni sono in rialzo di oltre il 72% rispetto al minimo di quest’anno, raggiunto a marzo.

Gruppo GEO

L’amministratore delegato di GEO Group Inc (NYSE: GEO), George Zoley, è tornato a comprare dopo che la compagnia ha superato delle stime sugli utili del primo trimestri.

Zoley ha acquistato 250.000 azioni a prezzi che variano da 11,09 a 11,50 dollari, per un totale di quasi 2,84 milioni di dollari. Da notare che 100.000 di queste azioni sono state acquisite attraverso un fondo fiduciario a nome dei figli.

Le azioni di questo fondo di investimento immobiliare, incentrato sulle strutture sanitarie, hanno chiuso a 11,50 dollari venerdì. Si noti inoltre che le azioni venivano scambiate al di sopra dei 18 dollari per azione prima della vendita indiscriminata di marzo, causata dal panico della pandemia i Coronavirus.

Illinois Tool Works

Ernest Scott Santi, amministratore delegato di Illinois Tool Works (NYSE: ITW), e un altro direttore della compagnia produttrice di prodotti industriali hanno sborsato da 158,42 a 159,19 dollari per azione per acquisire complessivamente oltre 7.800 azioni dell’azienda. Le transazioni, costate loro quasi 1,25 milioni dollari, sono arrivate sulla scia di risultati sugli utili contrastanti.

Il prezzo dell’ultima chiusura, a 161,01 dollari per azione, è superiore al prezzo di acquisto della transazione. Il titolo è in rialzo di circa il 28% rispetto al suo minimo del 2020, toccato a marzo, mentre l’S&P 500 è risalito del 25% dal minimo raggiunto a marzo.

Nel frattempo, la scorsa settimana c’è stato un certo numero di insider buying anche presso American International Group Inc (NYSE: AIG), Discover Financial Services (NYSE: DFS), TransDigm Group Incorporated (NYSE: TDG) e Wyndham Hotels & Resorts Inc (NYSE: WH).