Con l’acquisizione di Zoox, Amazon minaccia il primato di Tesla, Ford, Uber e altri

2' di lettura

Amazon.com, Inc. (NASDAQ: AMZN) è in trattative avanzate per l’acquisizione di Zoox, un servizio di robo-taxi in espansione. Le risorse hardware e software di Zoox potrebbero rappresentare un ottimo vantaggio per Amazon ma rivelarsi una rovina per gli attori del settore Automobilistico in lotta per mantenere una quota di mercato.

Gli analisti di Morgan Stanley, guidati da Adam Jonas, hanno mantenuto su Amazon la raccomandazione Overweight, con un target di prezzo di 2.600 dollari.


Amazon potrebbe diventare una minaccia nel settore Tecnologico

Zoox darebbe ad Amazon la possibilità di espandere il suo mercato disponibile totale, con servizi di consegna di cibo e di condivisione di passaggi in auto.

“L’attenzione all’innovazione, da parte di Amazon, il suo capitale da investire e i massimi volumi di spedizione del settore (e le miglia percorse con essi) la rendono una delle poche aziende che potrebbe costruire un prodotto in grado di competere con Waymo, Uber, Lyft e altri”, ha scritto Jonas in un nota.

Le capacità di Zoox, inoltre, porterebbero Amazon a competere con le aziende automobilistiche.

“In un mondo post-COVID, crediamo che sempre meno attori – e sempre più forti – saranno in grado di impiegare capitali e talenti per risolvere i problemi della guida autonoma con una mentalità ‘gioca per vincere’ ”, hanno scritto gli analisti. il team ha aggiunto di ritenere Amazon e altri attori del settore Tecnologico come chiari avversari, e non partner, di attori del calibro di Tesla Inc (NASDAQ: TSLA), Ford Motor Company (NYSE: F) e General Motors Company (NYSE: GM).

Anche rivenditori e spedizionieri potrebbero rimetterci

L’espansione di Amazon potrebbe anche danneggiare i rivenditori e gli spedizionieri. Secondo le stime degli analisti di Morgan Stanley, Zoox potrebbe accelerare lo sviluppo della rete logistica di Amazon con terze parti, e generare efficienze di spedizione che consentirebbero alla compagnia di risparmiare oltre 20 miliardi di dollari all’anno.

“Dal punto di vista dell’e-commerce (ovvero del commercio elettronico), ciò potrebbe portare ad avere una rete di consegna (sul lungo raggio e sull’ultimo miglio) potenzialmente ancora più efficiente a lungo termine, per poter competere più vigorosamente con i rivenditori tradizionali e con gli altri attori online”, hanno scritto gli analisti.

“Considerando l’inflessione che stiamo vedendo nell’e-commerce nel 2020, a nostro avviso è probabile che il valore di una spedizione economicamente efficiente possa solo aumentare”.

Servizi di consegna autonomi, da parte di Amazon, a metà miglio (ovvero dai centri di produzione a quelli di distribuzione) e a ultimo miglio (ovvero dai centri di distribuzione all’utente finale) si porrebbero in competizione con quelli di United Parcel Service, Inc. (NYSE: UPS) e FedEx Corporation (NYSE: FDX).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui