Raccomandazioni BofA: su Occidental, giù Chevron

Gli analisti di Bank of America analizzano lo scenario per i titoli petroliferi, pronunciandosi in modo differente in base alle specifiche aziende.

Raccomandazioni BofA: su Occidental, giù Chevron
3' di lettura

BofA Securities considera i titoli del settore petrolifero “in primo luogo come azioni, e in secondo luogo come compagnie petrolifere”. La loro ponderazione sulla base dei rischi di mercato, di quelli specifici dell’azienda e di quelli inerenti alle materie prime fa ben sperare per alcuni titoli, ma non per tutti.

“Abbiamo reimpostato [obiettivi di prezzo] più elevati su tutta la linea per la seconda volta, da quando la crisi del Coronavirus ha sconvolto i mercati petroliferi e azionari; ma la forte performance azionaria ha lasciato spazio per un limitato rialzo per alcuni, mentre per altri il profilo di rischio è stato reimpostato”, ha affermato martedì la società di ricerca.

Cosa dicono gli analisti: Doug Leggate ha innalzato Occidental Petroleum Corporation (NYSE: OXY) a Buy, e ha aumentato il target di prezzo da 18 a 32 dollari.

Leggate ha invece declassato Chevron Corporation (NYSE: CVX) da Buy a Neutral, aumentando il target di prezzo da 97 a 110 dollari.

La tesi su Occidental: la compagnia ha uno dei profili di rischio più elevati del settore. Tuttavia, lo scenario sta giocando a suo favore, ha dichiarato Leggate. (Clicca qui per vedere il profilo dell’analista.)

“Occidental è tornata allo stato di rischio originario grazie al rapido recupero dei prezzi del petrolio nella parte frontale della curva, e al riposizionamento delle proprie prospettive verso un ritorno a flussi di cassa liberi nel bilancio 2020 e 2021 a prezzi stracciati”, ha detto l’analista.

I flussi di cassa liberi della società, le “opportunità di cessione”, le riduzioni delle spese sia in conto capitale che generali, la motivazione del consiglio di amministrazione e i cambi nel personale giustificano un ulteriore recupero dei corsi azionari, nonostante la volatilità a breve termine, ha affermato Leggate.

“Riteniamo che OXY ora abbia una visuale tale da poter generare sufficienti flussi di cassa per affrontare comodamente le scadenze debitorie, percepite come la più grande sfida nella proposta di investimento”.

BofA prevede 7 miliardi di dollari in flussi di cassa liberi per Occidental tra il 2020 e il 2021.

La tesi su Chevron: Bank of America apprezza lo stato patrimoniale di un certo livello da parte di Chevron, e la trasparenza sulle sue esigenze di capitale.

“Ma a questa trasparenza si accompagnano i limiti alla nostra visione del fair value, calcolata con la tecnica del flusso di cassa scontato, e il totale ritorno del costo stimato del capitale ai livelli pre-COVID”, ha affermato Leggate.

“…Pertanto, sebbene abbiamo visto CVX come una delle espressioni di un settore energetico ipervenduto al culmine dello stress di mercato, il rimbalzo ha tuttavia riportato le azioni a livelli che consideriamo da fair value, per quanto l’azienda rappresenti un investimento a basso rischio in vista di un recupero a lungo termine dei prezzi del petrolio”.

Movimento dei prezzi di CVX e OXY: al momento della pubblicazione, le azioni Chevron erano in calo del 2,87%, a 100,30 dollari, mentre le azioni Occidental erano in diminuzione del 6,19%, a 22,89 dollari.