Trader di opzioni scommette $11,2Mln su Microsoft

Per capire cosa prevede il mercato su MSFT, si può rivolgere lo sguardo al mercato delle opzioni, dove alcuni trader hanno recentemente fatto delle mosse.

Trader Di Opzioni Scommette ,2Mln Su Microsoft
4' di lettura

Le azioni di Microsoft Corporation (NASDAQ: MSFT) sono aumentate del 48,2% nell’ultimo anno, in gran parte a causa dei numeri di crescita impressionanti riguardanti la linea di business del cloud computing del colosso di Redmond, ovvero Azure.

Microsoft a maggio ha riferito un altro resoconto degli utili dai risultati solidi, e c’è qualcuno che sta scommettendo, tramite un grosso acquisto di opzioni, che il rally di Microsoft abbia chances di proseguire.

Scambi Di Opzioni Sul Titolo Microsoft

Giovedì mattina, gli abbonati a Benzinga Pro hanno ricevuto 31 avvisi relativi a scambi insolitamente grandi di opzioni Microsoft. Ecco i più importanti:

  • Alle 9:35 ET, un trader ha comprato 3.300 opzioni call di Microsoft, con prezzo di esercizio di 165 dollari e in scadenza il 15 giugno 2021, al prezzo di vendita di 34 dollari. L’operazione rappresentava una scommessa rialzista di 11,22 milioni di dollari.
  • Alle 9:59 ET, un trader ha comprato 517 opzioni call di Microsoft, con prezzo di esercizio di 190 dollari e in scadenza il 18 settembre 2020, a un prezzo di vendita vicino ai 13.051 dollari. L’operazione rappresentava una scommessa rialzista di 674.736 dollari.
  • Alle 10:04 ET, un trader ha venduto 3.300 opzioni call di Microsoft, con prezzo di esercizio di 220 dollari e in scadenza il 15 giugno 2021, al prezzo di acquisto di 6,80 dollari. L’operazione rappresentava una scommessa ribassista di 602.480 dollari.
  • Alle 10:08 ET, un trader ha comprato 1.000 opzioni call di Microsoft, con prezzo di esercizio di 220 dollari e in scadenza il 16 ottobre 2020, al prezzo di vendita di 3.701 dollari. L’operazione rappresentava una scommessa rialzista di 370.100 dollari.

Su un totale di 31 grandi scambi effettuati giovedì mattina su opzioni Microsoft, 13 sono stati su opzioni call acquistate in corrispondenza o in prossimità del prezzo di vendita, oppure opzioni put vendute al – o vicino al – prezzo di acquisto – il ché è tipicamente visto come un indicatore rialzista. Altri 14 scambi sono stati fatti invece su opzioni call vendute esattamente o intorno al prezzo di acquisto, oppure opzioni put acquistate al – o vicino al – prezzo di vendita – il ché è tipicamente visto come un indicatore ribassista. Le restanti negoziazioni sono state effettuate in prossimità del punto intermedio dello spread fra domanda d’acquisto e di vendita, il ché è tipicamente considerato un indicatore neutrale.

Perché È Importante

Di solito, anche i trader che si attengono esclusivamente alle azioni monitorano con attenzione l’attività del mercato delle opzioni, per vedere se vengono effettuate operazioni particolarmente grossi. Data la relativa complessità del mercato delle opzioni, i grossi trader di opzioni sono generalmente considerati più sofisticati rispetto al trader medio. Molti di questi grossi trader di opzioni sono investitori – privati o istituzionali – dotati di ampie risorse e che sono in grado di reperire informazioni o opinioni esclusive in merito ai titoli sottostanti.

Spesso i trader utilizzano il mercato delle opzioni per proteggere le loro posizioni azionarie più grosse, e purtroppo non esiste un metodo infallibile per determinare se uno scambio di opzioni sia una posizione autonoma o di hedging. In questo caso, date le dimensioni relativamente grandi e la tempistica delle maggiori operazioni su Microsoft, sussiste certamente la possibilità che questi rappresentino delle coperture operate da investitori istituzionali.

Una Strada Verso I 2 Trilioni Di Dollari?

Le piattaforme di videoconferenza di Microsoft, Skype e Teams, hanno ottenuto un enorme impulso nella domanda a causa della chiusura dell’economia, con l’ambiente di lavoro domestico che ha causato una domanda in forte espansione per i servizi cloud. In poche parole, mentre altre aziende stanno lottando per sopravvivere, Microsoft è uno dei pochi vincitori emersi dalla crisi del Coronavirus.

Grazie ai numeri impressionanti registrati trimestre dopo trimestre, la capitalizzazione di mercato del colosso IT ha raggiunto quasi 1,5 trilioni di dollari. Il trader di opzioni che martedì mattina si è mosso maggiormente è convinto evidentemente che Microsoft abbia quello che serve per battere Apple (NASDAQ: AAPL) e Amazon.com, Inc (NASDAQ: AMZN) nella corsa per diventare la prima compagnia al mondo da 2 trilioni di dollari di capitalizzazione.

Anche le nuove generazioni di trader speculativi su Robinhood sembrano riconoscere l’opportunità di investimento a lungo termine in Microsoft. I trader che operano su Robinhood hanno ricevuto molte critiche per aver scommesso, negli ultimi due mesi, su titoli ad alto rischio e persino su società in fallimento, eppure Microsoft risulta uno dei 10 titoli più detenuti tra gli utenti di Robinhood.

Il Punto Di Vista Di Benzinga

Sebbene mercoledì mattina siano stati effettuati più di 30 scambi relativamente grandi su opzioni Microsoft, tutti gli occhi sono stati puntati su quell’enorme acquisto di call da 11,2 milioni di dollari. Queste call hanno un prezzo di break-even di soli 199 dollari, il ché suggerisce almeno un 1,5% di rialzo aggiuntivo nei prossimi sette mesi.