Facebook, Amazon, Apple e Google testimonieranno davanti al Congresso

Gli AD dei quattro colossi del tech si impegnano a testimoniare congiuntamente al parlamento USA nell’ambito dell’indagine antitrust che li vede coinvolti

Facebook, Amazon, Apple e Google testimonieranno davanti al Congresso
1' di lettura

Gli amministratori delegati di Facebook Inc. (NASDAQ:FB), Amazon.com Inc. (NASDAQ:AMZN), Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) e Alphabet Inc. (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL), società madre di Google, hanno concordato all’unanimità di testimoniare davanti al Congresso nell’ambito di un’indagine antitrust in corso, secondo quanto riferito mercoledì dalla CNBC.

Cosa è successo

L’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, è stato l’ultimo ad acconsentire alla richiesta del Congresso, dopo che le altre società avevano provvisoriamente acconsentito alla comparizione dei rispettivi AD a patto che anche le altre compagnie avessero fatto lo stesso, ha osservato CNBC. Amazon, in una lettera inviata il mese scorso al comitato giudiziario della Camera, ha dichiarato che Jeff Bezos sarebbe disponibile a testimoniare.

Il CEO di Alphabet Sundar Pichai, quello di Facebook, Mark Zuckerberg, e Cook hanno già testimoniato individualmente davanti al Congresso, ma questa sarà la prima volta in cui ci sarà anche Bezos.

Secondo la CNBC è probabile che l’udienza abbia luogo a luglio ed è possibile che venga svolta in modalità virtuale a causa della pandemia di coronavirus.

Perché è importante

Lo scorso anno il comitato giudiziario della Camera ha avviato un’indagine bipartisan su presunte pratiche monopolistiche da parte delle maggiori società tecnologiche e ha chiesto alle compagnie di consegnare tutti i documenti pertinenti relativi ad acquisizioni e fusioni.

Movimento dei prezzi

Mercoledì le azioni Facebook hanno chiuso in rialzo del 4,6%, a 237,55 dollari e nella sessione after-hours hanno poi perso quasi lo 0,2%.

Il titolo Apple ha chiuso in calo dello 0,19%, a 364,11 dollari per azione, e le azioni di Classe A di Alphabet hanno chiuso in ribasso dell’1,7%; nessuno dei due titoli ha poi osservato variazioni nell’after-market.

Le azioni Amazon hanno registrato un calo del 4,35%, a 2.878,70 dollari per azione.