4 idee di investimento sottovalutate per la seconda metà dell’anno

Il settore del Software-as-a-Service basato su cloud sembra avere le potenzialità per performare in Borsa nella seconda parte dell’anno

4 idee di investimento sottovalutate per la seconda metà dell’anno
3' di lettura

Durante la prima metà del 2020 le società SaaS (software as a service) basate su cloud sono riuscite a generare rendimenti particolarmente ingenti e gli analisti di Piper Sandler hanno scelto quattro titoli che promettono particolarmente bene.

Valutazioni SaaS doppie rispetto alla media L’analista Brent Bracelin ha affermato che i titoli stanno beneficiando del crescente ottimismo degli investitori legato all’accelerazione della scelta del cloud e del digitale nell’era del coronavirus.

L’analista ha spiegato che le valutazioni mediane dei titoli SaaS nel rapporto fra valore d’impresa negli ultimi 12 mesi fiscali e vendite (RTM Enterprise Value / Sales) sono tornate ai nuovi picchi di 15 volte il rapporto, dopo aver toccato il fondo quest’anno a 7,3 volte a metà marzo, rispetto a una media settennale di 7,5 volte.

Sottolineando le elevate valutazioni, Bracelin ha affermato che a maggio le 50 maggiori aziende quotate in Borsa specializzate in SaaS hanno superato il trilione di dollari di valutazione complessiva.

L’incremento mensile del 7,5% ha poi spinto i livelli totali di valutazione delle compagnie SaaS al di sopra della capitalizzazione di mercato di Alphabet Inc Classe A (NASDAQ:GOOGL).

Valutazioni che implicano un rischio Tuttavia Bracelin fa notare che il picco nelle valutazioni lascia poco margine di errore per l’inizio della seconda metà dell’anno.

L’analista ha affermato però che all’inizio di questo trimestre la maggior parte delle stime di consenso degli analisti relative alle aziende del settore SaaS sono state riviste al ribasso, tenendo conto degli ostacoli economici a breve termine e dell’incertezza macroeconomica.

“Nonostante gli elevati rischi di esecuzioni entrando nella seconda metà dell’anno, rimaniamo rialzisti a lungo termine, con una propensione a breve termine a comprare il ribasso, date le migliori prospettive di aumento dei tassi di penetrazione del cloud, oggi al 10% rispetto all’1% del 2010, con la possibilità di superare il 50% in questo decennio”.

I migliori titoli SaaS Bracelin ha nominato quattro aziende del settore come nuove idee sottovalutate su cui puntare nella seconda parte dell’anno:

  • Slack Technologies Inc (NYSE:WORK)
  • Q2 Holdings Inc (NYSE:QTWO)
  • Rapid7 Inc (NASDAQ:RPD)
  • Cloudflare Inc (NYSE:NET)

Gli analisti di Piper Sandler hanno fornito raccomandazione Overweight su tutti e quattro i titoli.

Le azioni Slack nel secondo semestre Slack ha sottoperformato il gruppo di titoli che hanno beneficiato degli strumenti di lavoro da remoto, principalmente a causa delle preoccupazioni di tipo competitivo riguardo all’offerta di Teams, prodotto da Microsoft Corporation (NASDAQ:MSFT), ha affermato Bracelin.

Secondo l’analista entrambi avranno ampio spazio per coesistere e prosperare.

“Sulla base di nuove funzionalità e nuove partnership, prevediamo la possibilità per le azioni WORK di tornare in alto nella seconda metà dell’anno, in un contesto di solidi fondamentali sulla domanda”.

Rapid7 continua a performare Rapid7, che ha riferito i risultati finanziari sul trimestre di marzo e che ha annunciato l’acquisizione di DivvyCloud, sta costantemente performando e ampliando il suo portafoglio di prodotti, preparandosi a guadagnare nel secondo semestre, ha detto l’analista Piper Sandler.

Cloudflare vuole triplicare le attività entro il 2023 L’analista James Fish ritiene Cloudflare ben posizionato per una crescita pluriennale di oltre il 35%, nelle reti di distribuzione dei contenuti Web e nella sicurezza cloud.

“Inoltre, la convergenza delle soluzioni di rete, di sicurezza e di Content Delivery Network (CDN) in SASE indica direttamente i punti di forza di Cloudflare”, ha affermato l’analista.

Cloudflare potrebbe dunque triplicare il proprio business entro il 2023, ha dichiarato Fish.

Possibile rialzo del 17% per Q2 Holdings Con le banche che espandono la spesa sul digitale e i clienti che passano all’interazione online, Q2 Holdings è pronta a guadagnare ancora, ha affermato l’analista Arvind Ramnani.

Gli sforzi di automazione di Q2 hanno consentito alle banche di elaborare un aumento significativo dei volumi relativi allo stimolo federale, ha detto l’analista.

Ramnani prevede un aumento del 17% delle azioni di Q2.

Foto gentilmente concessa da Slack.