Apple, rimossi 2.500 giochi dall’App Store cinese

Il rapporto pubblicato da SensorTower stima un’importante perdita di fatturato per il gruppo di Cupertino

Apple, rimossi 2.500 giochi dall’App Store cinese

Nella prima settimana di luglio Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) ha registrato la rimozione di oltre 2.500 giochi dall’App Store in Cina, secondo i dati della società di analisi SensorTower.

Cosa è successo

Si tratta di un aumento di circa il 400% rispetto allo stesso periodo di giugno, ha osservato SensorTower, come precedentemente riportato da Reuters.

Il gioco agricolo di Supercell “Hay Day”, il gioco di ruolo di Flaregames “Nonstop Chuck Norris” e il gioco di carte “Solitaire” di Zynga Inc. (NASDAQ:ZNGA) sono stati alcuni dei giochi più popolari rimossi dall’Apple Store, sempre secondo SensorTower.

I giochi rimossi vantavano 133 milioni di download netti e 34,7 milioni di dollari di vendite complessive totali durante l’intero periodo di presenza sullo store cinese, secondo quanto riportato da SensorTower.

Perché è importante

La società di analisi ha notato che non è stato possibile determinare la causa della rimozione di queste app, ma l’improvviso aumento nei numeri è stato notevole, ha riferito Reuters.

La mossa segue il diktat di Apple secondo il quale, dal 1° luglio in avanti, non verrà consentito agli sviluppatori di pubblicare aggiornamenti sulle loro app se non dispongono delle licenze normative adeguate, come richiesto dalla legge cinese.

Il colosso dell’elettronica di consumo con sede a Cupertino in precedenza consentiva di scaricare le app durante il periodo in cui gli sviluppatori erano in attesa di ricevere la licenza.

Il gruppo di consulenza AppInChina stima che la mossa potrebbe costare ad Apple una perdita di 879 milioni di dollari di entrate.

Movimento dei prezzi

Martedì le azioni Apple hanno chiuso in rialzo dell’1,6%, a 388,23 dollari. Nell’after-market il titolo è salito ancora dello 0,7%, a 391,12 dollari.

Nessun Articolo da visualizzare