Facebook pronta a lanciare Instagram Reels in 50+ Paesi

La nuova funzione della piattaforma di proprietà del gruppo di Mark Zuckerberg intende porsi come rivale globale di TikTok

Facebook pronta a lanciare Instagram Reels in 50+ Paesi
2' di lettura

Facebook Inc (NASDAQ:FB) afferma che si sta preparando per il debutto di Instagram Reels, rivale della piattaforma per video brevi Tiktok; il lancio avverrà ad agosto negli Stati Uniti e in altri 50 Paesi.

Cosa è successo

Lanciato per la prima volta in Brasile a novembre, a giugno di quest’anno il colosso dei social media ha poi introdotto Reels in Francia e Germania. La scorsa settimana la funzione è stata resa disponibile in India, dopo che il Paese ha bandito TikTok e diverse altre applicazioni cinesi, secondo quanto riferito da NBC News.

Reels è considerato simile a TikTok poiché consente agli utenti di condividere video clip di 15 secondi con musica scelta dal proprio catalogo. Altre somiglianze includono la possibilità di usare la musica dei video di altri utenti e una sezione “Featured Reels”, contenente video popolari.

Facebook prevede di introdurre Reels negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Giappone, in Messico e in altri Paesi.

Perché è importante

Durante la pandemia di COVID-19, TikTok ha visto crescere la sua popolarità; nei primi tre mesi del 2020 l’app è stata scaricata più di 315 milioni di volte, secondo il fornitore di informazioni di mercato Sensor Tower.

L’app di proprietà di ByteDance è sotto accusa a causa di problemi di privacy e di condivisione dei dati; inoltre sta valutando una modifica della propria struttura aziendale al fine di poter operare come una società statunitense.

L’amministrazione Trump sta prendendo in considerazione di agire contro TikTok ai sensi di una legge che conferisce al presidente poteri di regolamentazione delle compagnie straniere che si ritiene costituiscano minacce fuori dal comune, secondo quanto riferito da Reuters.

Movimento dei prezzi

Nell’after-hours di giovedì le azioni di Facebook erano in ribasso dello 0,43%, a 239,89 dollari. Le azioni avevano chiuso la sessione regolare in rialzo dello 0,27%, a 240,93 dollari.