Moderna, rimbalzo con test di fase avanzata per il vaccino anti-covid

La performance positiva a breve termine potrebbe anche essere dettata dai nuovi finanziamenti erogati dal BARDA

Moderna, rimbalzo con i test di fase avanzata per il vaccino anti-covid
3' di lettura

In seguito all’annuncio di nuovi finanziamenti da parte del BARDA per il suo candidato vaccino contro il coronavirus, il mRNA-1273, lunedì Moderna Inc (NASDAQ:MRNA) ha annunciato di aver avviato uno studio di fase avanzata per il vaccino sperimentale in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Sanità USA e con la stessa Autorità Biomedica Avanzata di Ricerca e Sviluppo (BARDA).

Moderna rispetterà gli appuntamenti di luglio La biotech di Cambridge, nel Massachusetts, afferma che lo studio di Fase 3, soprannominato COVE, ha iniziato a somministrare le dosi ai partecipanti. La società ha dichiarato che prevede l’iscrizione di 30.000 soggetti negli Stati Uniti.

Moderna si unisce a una manciata di aziende cinesi e alla collaborazione fra Università di Oxford e AstraZeneca plc (NYSE:AZN) che hanno portato i rispettivi candidati vaccini agli studi di fase avanzata.

Pfizer Inc. (NYSE:PFE) e BioNTech SE – ADR (NASDAQ:BNTX) hanno in programma di iniziare uno studio di Fase 2b/3 sul loro candidato vaccino contro il coronavirus alla fine di questo mese.

In cosa consistono i test di Moderna

Il protocollo di Fase 3 segue la guidance dell’FDA sulla progettazione della sperimentazione clinica per gli studi sui vaccini contro il COVID-19, secondo Moderna.

Lo studio di Fase 3 sarà controllato con placebo, con i partecipanti che riceveranno dosi da 100mcg sotto forma di iniezioni iniziali e di richiamo rispettivamente nei giorni uno e 29.

L’endpoint primario è un’analisi event-driven basata sul numero di partecipanti con malattia sintomatica COVID-19 che inizierà 14 giorni dopo la dose di richiamo, e che sarà misurata fino a due anni dopo quest’ultima.

I dati dello studio saranno esaminati da un comitato indipendente di monitoraggio della sicurezza dei dati organizzato dal NIAID, ha affermato la società.

“Lavorando insieme ai suoi collaboratori, la compagnia spera di raggiungere un obiettivo comune poiché i partecipanti allo studio COVE sono rappresentativi delle comunità a maggior rischio di COVID-19 e della nostra società diversificata”, ha detto Moderna in un comunicato stampa.

Il gruppo ha inoltre ribadito che è sulla buona strada per consegnare circa 500 milioni di dosi all’anno, e probabilmente fino a 1 miliardo di dosi all’anno a partire dal 2021.

Il finanziamento BARDA sosterrà il titolo a breve termine Domenica Moderna ha annunciato un ulteriore finanziamento, del valore massimo di 472 milioni di dollari, da parte del BARDA per supportare lo studio ampliato di Fase 3 su mRNA-1273.

La notizia è coerente con un finanziamento e con un ambiente normativo permissivo per i programmi di sviluppo contro il SARS-CoV-2, ha dichiarato l’analista di SVB Leerink Mani Foroohar in una nota di lunedì.

Il finanziamento aggiuntivo fungerà da contrappeso rialzista alle preoccupazioni in materia di proprietà intellettuale che la scorsa settimana hanno spinto le azioni verso il basso, ha detto l’analista.

L’analista di SVB Leerink ha ribadito su Moderna una valutazione Market Perform con un obiettivo di prezzo di 65 dollari.

Movimento dei prezzi di MRNA Le azioni Moderna, che la scorsa settimana sono arretrate del 23%, lunedì nel pre-market erano in aumento del 7,92%, a 79 dollari.

Link correlati

Pfizer, gli analisti di Bank of America esprimono preoccupazioni