Huawei, stop alla produzione di chip Kirin

La decisione dell’azienda tech cinese scaturirebbe dal prolungarsi della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina e le conseguenti pressioni sui fornitori

Huawei avrebbe deciso di interrompere la produzione di chip Kirin
1' di lettura

Secondo la rivista finanziaria cinese Caixin, a partire dal prossimo mese Huawei smetterà di produrre i suoi chip Kirin.

Cosa è successo A causa delle crescenti pressioni da parte del governo degli Stati Uniti, i fornitori della divisione HiSilicon Chip di Huawei hanno iniziato a prendere le distanze dalla società, ha affermato la rivista.

Huawei fa molto affidamento su società statunitensi come Cadence Design Systems (NASDAQ:CDNS) e Synopsys Inc. (NASDAQ:SNPS) per progettare i suoi chip più importanti.

In base alle sanzioni attualmente comminabili, queste compagnie non sono in grado di fornire il supporto richiesto a Huawei, e le forniture si interromperanno il 15 settembre, ha riferito Caixin. Huawei ha confermato la notizia, ha poi riferito la rivista in un aggiornamento.

Perché è importante I chip Kirin sono utilizzati nel recente modello Huawei Mate 40, che ora potrebbe essere l’ultimo modello dotato di chip di fascia alta.

“Dal 15 settembre in poi i nostri processori di punta Kirin non potranno essere prodotti”, ha detto un dirigente di Huawei, secondo Caixin.

A maggio il Dipartimento del Commercio USA aveva vietato alle società statunitensi di avere a che fare con Huawei senza aver ottenuto prima una licenza. Il governo degli Stati Uniti sta anche cercando di ottenere l’estradizione del direttore finanziario di Huawei, Meng Wanzhou, per l’accusa di frode bancaria.

Cosa potrebbe succedere A causa della guerra commerciale in corso con la Cina, Washington sta facendo pressioni sui governi di tutto il mondo per buttare fuori Huawei dal mercato, secondo Reuters, sostenendo che l’azienda sarebbe colpevole di fornire dati al governo cinese a fini di spionaggio. Huawei tuttavia nega di spiare per conto della Cina.