CureVac, cosa c’è da sapere sull’IPO

Ecco i dettagli dell’offerta pubblica iniziale della biotech tedesca

CureVac, cosa c’è da sapere sull’IPO
1' di lettura

Venerdì scorso la società biotecnologica tedesca CureVac (NASDAQ:CVAC) ha iniziato le negoziazioni sui listini di Borsa.

CureVac è quotato sul Nasdaq con il ticker CVAC. Le azioni della società hanno iniziato le contrattazioni a 40 dollari e l’IPO era valutata 16 dollari per azione.

I dettagli dell’offerta CureVac sta sviluppando un vaccino a RNA messaggero contro il SARS-CoV-2, e finora ha raccolto 213 milioni di dollari offrendo 13,3 milioni di azioni a 16 dollari ciascuna. La società ha poi raccolto altri 118 milioni di dollari nell’ambito di un collocamento privato simultaneo all’insider Dietmar Hopp.

BofA Securities, Jefferies, Credit Suisse, Berenberg e Kempen hanno agito come lead manager nell’operazione.

Nel 2015 la Bill & Melinda Gates Foundation aveva investito 40 milioni di dollari nell’azienda.

La società

CureVac è un’azienda leader nel campo della tecnologia a RNA messaggero (mRNA) con oltre 17 anni di esperienza nella gestione e nell’ottimizzazione per scopi medici di questa versatile molecola. Il principio della tecnologia proprietaria di CureVac è l’uso dell’mRNA come supporto dati per istruire il corpo umano a produrre le proprie proteine in grado di combattere una vasta gamma di malattie.

L’azienda applica le proprie tecnologie per lo sviluppo di terapie antitumorali, vaccini profilattici e terapie molecolari.

“CureVac ha anche un altro grande nome nel suo elenco di partner: l’azienda sta lavorando a livello tecnologico con il colosso delle auto elettriche Tesla”, secondo CNN Business. “L’azienda ha stipulato un accordo di sviluppo e proprietà intellettuale con Tesla da novembre 2015.”