Disney, accoglienza fredda per ‘Mulan’ a Hong Kong

Il film arriva nei cinema dei Hong Kong dopo essere già sbarcato in quelli della Cina continentale

Disney, accoglienza fredda per ‘Mulan’ a Hong Kong
2' di lettura

‘Mulan’, il nuovo film di Walt Disney Co (NYSE:DIS), sta ricevendo un’accoglienza fredda a Hong Kong mentre gli attivisti pro-democrazia locali chiedono il boicottaggio della pellicola, secondo quanto riferito domenica da Reuters.

Cosa è successo Giovedì mattina i cinema della regione cinese a statuto speciale hanno presentato in anteprima ‘Mulan’, secondo Reuters.

Da quanto emerge, alla sua prima proiezione al Mong Kok Broadway Theatre il film potrebbe vendere solo un terzo dei biglietti previsti; il quartiere di Mong Kok è un’area nota per le proteste pro-democrazia.

Il numero di biglietti venduti risulta inferiore del 20% rispetto a quelli per il film ‘I’m livin ‘it’, una produzione locale targata Hing Fan Wong, che ha fatto il suo debutto nello stesso periodo di ‘Mulan’, ha osservato Reuters.

Il film ‘Tenet’ della Warner Bros Studio, di proprietà di AT&T Inc (NYSE:T) e presentato in anteprima a Hong Kong il 20 settembre, giovedì ha ottenuto risultati migliori al botteghino del Festival Grand Cinema, secondo Reuters.

Perché è importante L’attivista pro-democrazia di Hong Kong Joshua Wong e altri attivisti online a Taiwan e in Thailandia hanno promosso il boicottaggio del film con protagonista di Liu Yifei usando gli hashtag “#BoycottMulan” e “#BanMulan” su Twitter, secondo Reuters.

L’attrice, nata nella Cina continentale, lo scorso agosto ha dato il suo sostegno alla polizia di Hong Kong, quando le proteste a favore della democrazia avevano scosso il territorio.

‘Mulan’ è anche al centro di una controversia poiché alcune parti del film sono state girate nella regione dello Xinjiang, dove si presume che la Cina detenga in ‘campi di rieducazione’ più di un milione di prigionieri, molti dei quali appartengono alla minoranza musulmana, secondo l’Hollywood Reporter.

Il film sta anche faticando a scalare le classifiche del botteghino in Cina continentale, dove nel suo primo fine settimana di proiezione è riuscito a incassare soltanto una cifra appena superiore ai 23 milioni di dollari, meno dei 30 milioni incassati da Tenet al proprio debutto.

Il lato positivo di ‘Mulan’ potrebbe essere nello streaming online, che all’inizio di questo mese ha portato ad un aumento del 193% della spesa per l’app Disney+, secondo TechCrunch.

Movimento dei prezzi Martedì le azioni Disney hanno chiuso in rialzo dello 0,65%, a 132,09 dollari, e nella sessione after-hours hanno poi guadagnato lo 0,3%.

Foto per gentile concessione: The Walt Disney Company