Prima autorizzazione bancaria per piattaforma di scambio di criptovaluta

Negli Stati Uniti, l’exchange Kraken potrà operare come custode di asset digitali

Prima autorizzazione bancaria per piattaforma di scambio di criptovaluta
2' di lettura

L’exchange di criptovalute Kraken, società con sede a San Francisco, ha ottenuto un’autorizzazione SPDI (Special Purpose Depository Institution) dallo stato del Wyoming.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo Si tratta della prima volta in cui una società di asset digitali con sede negli Stati Uniti riceve un’autorizzazione bancaria riconosciuta dalla legge statale e federale per poter offrire servizi di custodia per gli asset digitali, ha affermato la società in una dichiarazione.

‘Kraken Financial’, come viene soprannominata l’unità bancaria dell’azienda, fungerebbe da ponte tra gli asset digitali e le valute nazionali e sarà soggetta alle normative bancarie statunitensi, ha affermato l’azienda. Inizialmente, potranno aprire dei conti solo i residenti negli Stati Uniti anche se, nel tempo, l’azienda prevede di espandersi a livello globale.

Il governatore del Wyoming Mark Gordon ha confermato la decisione sui social media.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Perché è importante La decisione dell’exchange di criptovalute di richiedere l’autorizzazione bancaria ridurrebbe la sua dipendenza dalle istituzioni finanziarie di terze parti.

L’approvazione statale inoltre consentirà all’azienda di espandere la propria offerta di prodotti e servizi; nel suo primo anno di attività, Kraken prevede di iniziare con servizi di custodia di asset digitali, conti correnti/di deposito e bonifici, nonché servizi di finanziamento.

Nel corso degli anni la società ha intenzione di espandersi anche nei settori dei conti fiduciari e dei servizi di amministrazione, nei servizi per conti aziendali, nei servizi bancari online e delle carte di debito in criptovaluta per conti individuali, con la possibilità di iniziative nei settori della vendita al dettaglio, della gestione patrimoniale e dei servizi di tesoreria nel corso del tempo.

Cosa potrebbe succedere Secondo la legge statale, poiché Kraken Financial offrirà servizi di custodia di asset digitali, è necessario detenere riserve in valuta legale pari al 100% dei suoi depositi: questo requisito garantirà che Kraken Financial possa elaborare su richiesta le richieste di prelievo del cliente, ha osservato la società.