Goldman acquisirà business carte di credito di GM

Secondo il Wall Street Journal, si tratta di un accordo del valore di 2,5 miliardi di dollari

Goldman acquisirà business carte di credito di GM
2' di lettura

Goldman Sachs Group (NYSE:GS) acquisirà l’attività delle carte di credito di General Motors Co (NYSE:GM) per 2,5 miliardi di dollari, secondo quanto riportato giovedì dal Wall Street Journal.

Cosa è successo Secondo quanto riferito, il colosso bancario pagherà quasi 2,5 miliardi di dollari per l’acquisizione del business delle carte.

L’offerta della Goldman avrebbe battuto quella fatta da Barclays Plc (NYSE:BCS); ora la banca si prepara ad avere accesso a un milione di conti di carte GM con 8,5 miliardi di dollari in spesa annuale, secondo quanto riferito al Journal da persone informate sulla questione.

L’istituto di credito con sede a New York e l’emittente delle carte di GM, Capital One Financial Corp (NYSE:COF), hanno concordato i termini generali, compreso il prezzo di acquisto, e l’accordo dovrebbe giungere a buon fine nelle prossime settimane, secondo le fonti del Journal.

Da quanto emerge, il business delle carte di credito di GM ha circa 2,5 miliardi di dollari di saldi in essere.

Perché è importante Goldman è entrata nel business delle carte di credito lo scorso anno, lanciando il suo primo prodotto in collaborazione con Apple Inc (NASDAQ:AAPL), e presumibilmente continuerà ad andare a caccia di altre collaborazioni.

L’accordo di acquisto arriva in un momento in cui la pandemia di COVID-19 ha portato le banche a rinviare i termini debitori dei titolari di carte; gli istituti di credito, in caso di insolvenza a cascata su tali debiti, si preparano ad affrontare miliardi di dollari in perdite potenziali, ha osservato il Journal.

La carta di credito Apple, con 4,5 miliardi di dollari di saldi in essere (alla data del 30 giugno), non rappresenta l’unica partnership stretta da Goldman. 

Infatti, la banca ha in essere accordi di prestito anche con i passeggeri di JetBlue Airways Corp (NASDAQ:JBLU) e con i venditori di Amazon.com, Inc (NASDAQ:AMZN), secondo quanto riportato dal Journal.

Anche emittenti di carte quali Visa Inc (NYSE:V) e Mastercard Inc (NYSE:MA) sembrano sostenere una scelta che prevede di incoraggiare i proprietari di auto a fare acquisti dai loro veicoli.

I clienti General Motors possono già acquistare cibo e benzina dal cruscotto digitale del proprio veicolo.

Movimento dei prezzi Giovedì le azioni di Goldman Sachs hanno chiuso in ribasso dell’1,2%, a 198,55 dollari; nella sessione after-hours hanno guadagnato lo 0,3%.