Il nuovo iPhone riceve risposte contrastanti in Cina

Un sondaggio indica che gli utenti cinesi sono divisi a metà riguardo all’eventualità di comprare il nuovo prodotto della casa di Cupertino

Il nuovo iPhone riceve risposte contrastanti in Cina
2' di lettura

Un sondaggio condotto da una rivista in Cina indica che gli utenti del Paese si dividono equamente tra quanti acquisterebbero e quanti no i nuovi smartphone iPhone 12 di Apple Inc (NASDAQ:AAPL).

Cosa è successo: agli intervistati di un sondaggio condotto dalla rivista Caijing è stato chiesto se volessero acquistare il nuovo iPhone dotati di 5G: 10.000 intervistati hanno votato no, 9.269 hanno detto di sì mentre 5.400 hanno risposto che stanno ancora valutando l’acquisto, secondo quanto riferito lunedì da Reuters.

Da quanto emerge, l’iPhone in Cina avrà un prezzo di quasi 815 dollari per il modello ‘mini’ e di quasi 1.766 dollari per il modello ‘Pro Max’.

Il prezzo elevato sta scoraggiando alcuni clienti, soprattutto perché lo smartphone viene fornito senza auricolari né alimentatore, ha riferito Reuters.

Alcuni in Cina stanno attendendo il lancio del Mate 40 Pro di Huawei di fine mese, anche se i dispositivi 5G di Xiaomi Corporation (OTC:XIACY) e Huawei, basati sul sistema operativo Android di Alphabet Inc (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL), sono già disponibili.

Perché è importante: Reuters riferisce che gli analisti scommettono sugli ultimi iPhone per generare vendite e ritengono che molti utenti stiano aspettando il lancio del modello più recente.

Secondo quanto riferito, gli analisti di Canalys hanno alzato le loro previsioni per le spedizioni di iPhone in Cina nel quarto trimestre a una crescita del 14% su base annua, rispetto alla stima originale di una diminuzione dell’1%.

Nicole Peng, analista di Canalys, ha affermato che la Cina non vede il 5G come una funzionalità premium ma come una “funzionalità indispensabile”, e che il lancio dovrebbe portare a un ciclo di aggiornamento.

L’esperta prevede che entro la fine dell’anno la metà dei cinesi possessori di telefoni utilizzerà un telefono dotato di 5G, mentre è probabile che negli Stati Uniti questa cifra sarà del solo 29%.

Neil Shah, analista di Counterpoint Research, ha affermato che Apple potrebbe beneficiare “in modo significativo” delle restrizioni commerciali statunitensi.

Nel secondo trimestre il colosso tech di Cupertino ha registrato una crescita delle vendite del 225% in Cina, ed è l’azienda produttrice di smartphone in più rapida crescita del Paese, secondo Counterpoint Research.

Movimento dei prezzi: lunedì le azioni AAPL hanno chiuso in calo del 2,65%, a 121,10 dollari.

Foto per gentile concessione: Apple Inc.

Nessun Articolo da visualizzare