Mercati europei oggi, toccati i minimi di giugno

L’intensa pressione sul settore azionario è dovuta all’aumento dei timori per il coronavirus

Mercati europei oggi, toccati i minimi di giugno
2' di lettura

Nella giornata di mercoledì gli indici europei sono in profondo rosso alla luce del fatto che l’aumento della seconda ondata di infezioni da coronavirus porta a timori di nuove misure di lockdown. Il sentiment negativo sta avendo un impatto sui mercati globali, con una sessione contrastata in Asia e, all’ultimo controllo, con i futures sull’indice Dow Jones in calo dell’1,58% e quelli sull’S&P 500 in rosso dell’1,23%.

Negli scambi del mercoledì l’indice Euro Stoxx 50 ha perso il 2,60%, toccando i minimi di giugno; tutti i settori sono in flessione, con i titoli automobilistici a dettare il calo.

L’indice FTSE 100 di Londra ha toccato i minimi di aprile, con una perdita dell’1,7%; tutti i settori sono in rosso, con la flessione guidata dai titoli bancari. L’indice di sondaggio sul commercio distributivo del Regno Unito per il mese di ottobre è sceso a -23, rispetto a una stima di consenso di 1.

Al momento della pubblicazione, l’indice tedesco DAX 30 è crollato del 3,16%, toccando anch’esso i minimi di giugno; le azioni automobilistiche, bancarie e tecnologiche hanno perso molto terreno. A settembre l’indice dei prezzi all’importazione della Germania è aumentato su base mensile dello 0,3%, ma è sceso su base annua del 4,3%.

L’indice francese CAC 40 ha perso il 2,9%, scendendo al di sotto dei minimi di giugno; tutti i settori sono in calo, con le perdite principali nelle azioni del settore energetico. Ad ottobre l’indice di fiducia dei consumatori è sceso di 1 punto a 94, battendo la stima di consenso di 93.

L’indice spagnolo IBEX è in ribasso dell’1,9% dopo che le vendite al dettaglio del mese di settembre hanno mostrato un calo su base annua del 3,3%; tutti i settori sono crollati di oltre l’1%.

Trading sul forex: i futures sull’indice del dollaro hanno guadagnato lo 0,49%, a 93,380; il dollaro si è rafforzato dello 0,37% contro l’euro, a 1,1751 dollari e dello 0,54% contro la sterlina, a 1,2972 dollari.

ETF da tenere d’occhio: Vanguard FTSE Europe ETF (NYSE:VGK) e SPDR EURO STOXX 50 ETF (NYSE:FEZ).